Gazzetta: “Icardi-Juve, vecchia storia. Se parte Higuain può essere l’anno buono”

0
25368

La Juventus potrebbe riuscire a portare a Torino l’attaccante di proprietà dell’Inter, Mauro Icardi, attualmente in prestito con diritto di riscatto al Paris Saint Germain.

È quanto si legge su la Gazzetta, che riporta:

“L’argentino è vicino alla Juve da due anni, ma stavolta la trattativa si può concludere. Con uno sponsor di eccezione, Chiellini.

Puntuale come i consigli sul non uscire durante le ore più calde e bere molta acqua durante le ondate di calore estive, ogni estate si riaffaccia il tormentone Mauro Icardi alla Juventus.

Un po’ perché i due si annusano da almeno un paio d’anni, molto perché Mauro è uno dei migliori centravanti puri disponibili sulla piazza.

Al di là dei problemi personali che hanno portato Higuain in Argentina e che lo stanno portando a riflettere sul proprio futuro, è del tutto evidente come una squadra del livello della Juve, con legittime e consolidate ambizioni europee, non possa più contare sul Pipita a medio termine come titolare.
Gonzalo ha ancora un anno di contratto, ma in estate al momento sembra probabile la separazione.

L’ex interista è un ‘93 con ancora importanti margini di crescita. Fa parte del genere vecchio 9, di quelli che “una palla un gol”, i killer dell’area di rigore.
Icardi piace tantissimo a Fabio Paratici, che già nell’estate 2018 trattava con Wanda Nara, moglie e manager dell’argentino.

E ha uno sponsor d’eccezione in Giorgio Chiellini, che nelle conversazioni da innamorato del calcio quale è, racconta spesso che nessun attaccante lo ha mai fatto soffrire come Icardi.
Uno che anche quando sembra che stia dormendo in campo, esce dal guscio e in mezzo secondo ti fa gol

La sua figura nello spogliatoio non è di quelle irrilevanti. E non solo per Wanda Nara. Tuttavia, l’ambiente Juve ha convissuto con tanti personaggi complicati da gestire, Vidal e Daniel Alves gli ultimi in ordine di tempo.

A Torino non sarebbe così assurdo ipotizzare una convivenza più serena rispetto a quella dei tempi dell’Inter.

Ma c’è il tema della coesistenza tattica e mediatica con CR7, che dovrebbe fare almeno un altro anno in bianconero. Tra i due sarebbe l’argentino a doversi adattare ai movimenti del portoghese.
E nessuno dei due brilla per utilità in fase difensiva.

C’è poi la situazione contrattuale di Icardi, in prestito dall’Inter al Psg con diritto di riscatto e assolutamente fuori dal progetto Inter.

Se si trattasse coi francesi, la Juve avrebbe da mettere sul piatto succulentissime pedine.

La prima è quel Miralem Pjanic, autore di un inizio di stagione scintillante con Sarri, ma poi calato. Sarebbe un sacrificio dolorosissimo, ma il bosniaco ha 30 anni e la Juve ha già in casa un grande centrocampista che potrebbe esserne l’erede, Rodrigo Bentancur.

Il brasiliano Alex Sandro sarebbe poi l’altra opzione, anche se la Juve è ben consapevole che sulle fasce andrà migliorato qualcosa e sacrificare il terzino più forte in organico non sarebbe una grande idea.
Con un “fine mercato mai” all’orizzonte, state certi che ne riparleremo“.