Cannavaro: “Tutti si ricordano del Mondiale, ma feci 2 anni alla Juve stratosferici. Per questo poi ho vinto anche il Pallone d’Oro”

0
191

L’ex campione del mondo dei Mondiali 2006, Fabio Cannavaro, ai microfoni di Sky Sport ha ricordato il suo passato in Nazionale e alla Juventus.

L’ex capitano ha anche ricordato il ruolo importante nella sua carriera di Marcello Lippi e Fabio Capello, per i quali ha espresso parole di grande stima:

“Devo molto a Lippi. Mi ha lanciato giovanissimo al Napoli, entrai quasi per caso e poi giocai 26 partite di fila. Poi, ci sono stati i Mondiali.
Abbiamo condiviso momenti importanti, ha marcato la mia carriera.

Poi c’è anche Fabio Capello, che alla Juventus mi ha rilanciato e con cui ho vinto anche due titoli“.

Cannavaro ha poi continuato:

“Quando mi dicono che si è vinto il mondiale grazie a Calciopoli, mi offendo. Quella era una squadra forte, merito della costruzione della squadra di Lippi. Non abbiamo nemmeno fatto catenaccio, perché finivamo le partite con quattro attaccanti. Era una squadra tosta.

Tutti si ricordano del Mondiale, ma io feci due anni alla Juve stratosferici.

Poi, il ricordo è finito su quello, ma tutta la mia stagione è stata stratosferica, per questo poi ho vinto anche il Pallone d’Oro“.