lunedì, Giugno 24, 2024

Marcello Chirico: “Higuain, non fare cavolate! Rischi denuncia e licenziamento in tronco”

Il giornalista Marcello Chirico su ilbianconero.com ha commentato la notizia circolata nelle scorse ore che riportava del rifiuto al rientro in Italia dell’attaccante della Juventus, Gonzalo Higuain, attualmente in Argentina.

Il commento di Marcello Chirico:

“Per il momento, alla Juventus non ne sanno nulla. Non sono al corrente su un possibile rifiuto di rientro alla base da parte di Gonzalo Higuain.

Nessuna comunicazione in tal senso da parte dell’interessato sarebbe arrivata alla Continassa.
Quindi, per adesso, si registrano solo indiscrezioni, voci. Raccolte però da canali solitamente attendibili, e proprio per questo non bollate a priori come fake news.

Venissero confermate, sarebbe grave. Perché il dipendente di una qualsiasi azienda non può rifiutarsi di tornare al lavoro, adducendo motivazioni non in grado di giustificarne il mancato rientro.

Sarebbe passibile di licenziamento in tronco, insieme ad una denuncia per danni da parte del club. Con, ovviamente, tutte le ragioni a favore di quest’ultimo. Che si troverebbe, tra l’altro, privo del suo unico centravanti al momento della ripresa della stagione.

Davvero Higuain desidera andare allo scontro con la Juventus? Col rischio di perderlo e rimetterci pure un sacco di soldi?

In questo momento il giocatore è in Argentina, dove era volato a fine marzo per raggiungere la madre gravemente malata. Infatti aveva ricevuto dalla Juventus il nulla osta per la partenza, nonostante quel suo viaggio notturno con volo privato qualche perplessità l’aveva destata.

Le modalità erano sembrate molto più simili ad una fuga repentina dall’Italia causa Covid, piuttosto che una partenza programmata in totale accordo con la società. Ma come era stato concesso a Ronaldo (nb, prima che scoppiasse l’emergenza coronavirus) di raggiungere la mamma in Portogallo post ictus, altrettanto è stato permesso ad Higuain di tornare a Buenos Aires per stare vicino alla propria, le cui condizioni di salute apparivano in peggioramento.

Partito però Higuain, è scattato alla Continassa quasi un “liberi tutti” per gli stranieri. E se ne sono andati altri 7. Tutti costretti poi, al loro ritorno, a sottoporsi a nuova quarantena obbligatoria.

Proprio per questo tutti e nove sono attesi in questi giorni a Torino, in prospettiva della ripresa degli allenamenti per il 4 maggio (da confermare).
Higuain è però uno di quelli ai quali non è stata ancora comunicata la data di rientro.

Nei giorni scorsi aveva fatto sapere, tramite suo padre Jorge, di non avere nessuna intenzione di interrompere il proprio rapporto con la Juventus fino alla fine naturale del contratto, ovvero giugno 2021.

Quasi un avvertimento a Paratici, intenzionato a fare quello che non gli è riuscito l’estate scorsa: cederlo.

Questo sarebbe uno dei motivi per i quali un seccato Pipita starebbe pensando di non rientrare in Italia, oltre alla paura per il covid (l’Argentina, però, non è esente) e il desiderio di stare vicino alla mamma. Se confermati, non uno che ne giustificherebbe il rifiuto a tornare. Ripetiamo, se confermati.

Lo fossero per davvero, l’unico consiglio che mi sentirei di dare a Higuain è questo: rinsavire. Perché ha torto marcio“.

spot_imgspot_img