Maurizio Sarri su Juventus Tv: “Giocheremo tutta l’estate e andremo avanti 14-15 mesi di fila”

0
12854

Il tecnico bianconero Maurizio Sarri, ospite speciale dell’ultima puntata di “A Casa con la Juve”, parla per la prima volta pubblicamente da quando è cominciata l’emergenza coronavirus.

Per quanto riguarda la ripresa del campionato, Sarri si esprime così: “Penso che faremo l’estate giocando, spero. Quindi è giusto staccare ora, perché poi lavoreremo 14-15 mesi consecutivi. Guardo partite del passato, il Milan di Sacchi era vent’anni avanti”. 

E poi: “Dopo il lockdown vorrei andare a Roma per la finale di Coppa Italia e in qualsiasi altra città europea”. Parole che non lasciano dubbi circa le ambizioni del tecnico bianconero.

L’intero live è un susseguirsi di ricordi e aneddoti come quello legato alla  scaramanzia:

Noi facciamo un lavoro talmente legato agli episodi che le prestazioni sono legati ad altre persone a volte. In queste situazioni la mente umana diventa scaramantica, non ci sono allenatori avulsi da questo e penso anche giocatori e addetti ai lavori”.

Un episodio? Quando allenavo in Eccellenza, parcheggiavo sempre la macchina nello stesso posto, vicino agli spogliatoi, i ragazzi se n’erano accorti e mi mettevano l’auto apposta lì. Una volta entrai e dissi che gli davo tre minuti per spostarla, non lo fece, la spostai io, vincemmo 2-0…”