Luciano Moggi: “Se si riparte, lo scudetto andrà alla Juve”

0
19319

Luciano Moggi, ex dg della Juventus e del Napoli è intervenuto ai microfoni di Itasportpress.it per parlare della eventuale ripartenza del campionato di Serie A.

Alla luce di ciò Moggi ha fatto anche un’analisi sulla Juventus e sulle prospettive che hanno i bianconeri di vincere l’ennesimo scudetto

Moggi, è giusto provare a ripartire o meglio dichiarare chiusa la stagione?

“Difficile stabilire adesso perchè dipende anche da questo virus. Se a maggio ci saranno le condizioni giuste per non compromettere la salute dei calciatori, sarebbe giusto tornare in campo”.

In Cina usano precauzioni particolari per esempio sanificano i pneumatici del bus che porta tutta la squadra al centro sportivo e a tutti viene controllata la temperatura appena scendono dal mezzo pesante. Lo stesso viene fatto tra primo e secondo tempo ai calciatori”.

Con queste garanzie credo sia possibile andare avanti. Se non dovesse riprendere il campionato di Serie A sarebbe un guaio serio perchè ci sono di mezzo i diritti tv che sono gli introiti principali per le società di calcio e se Sky e Dazn non pagano perchè non trasmettono diventa un problema. Per questo la Federazione spinge per giocare ma il giudice unico è il virus.[…]

“Giocare a porte chiuse è una tristezza ma certe volte bisogna pensare anche alla sopravvivenza del calcio”.

Se ripartirà il campionato chi vincerà lo scudetto?

“Lotta tra Juventus e Lazio continuerà ma quando si riprende dopo un lungo stop potrebbero esserci sorprese. Dopo la 26.ma giornata la Lazio era in una forma splendida e adesso bisognerà vedere se avrà la stessa esplosività per contrastare il passo della Juve che per me resta la favorita per il tricolore. Ha uomini in grado di incidere da soli sul risultato come Dybala e Ronaldo”, sentenzia Moggi.

E ancora sulla Juve:

“Tridente con Higuain impossibile? Dipende da Sarri, ma il centrocampo della Juve non è quello di qualche anno fa e per utilizzare il tridente in attacco significa mettere più in difficoltà la mediana. La posizione che ha in questo momento Pjanic è diversa dal passato visto che Sarri lo vuol fare giocare alto e questo lo penalizza”.

La Juventus secondo Moggi subisce “più gol del passato e anche questo è dovuto alle difficoltà del centrocampo.

Mentre su Higuain: “Diventa prezioso per la Juve perchè sa partire da dietro e gioca in funzione di Ronaldo e inoltre sa stare in area di rigore quando bisogna. Trovare un giocatore così non è facile, credo sia opportuno migliorare il centrocampo piuttosto che pensare di non avere in campo l’argentino”.