Gazzetta: “Juve, la Champions è possibile”

0
7446

Il mondo del calcio è fermo ma riprende a pensare con speranza ad una futura ripresa che, passata l’emergenza da coronavirus, coinciderebbe con un ritorno alla normalità.

A parlare di futuro, la Gazzetta, che nella sua edizione odierna parla delle speranze dei bianconeri in merito alla Champions:

Crollava tutto, un anno fa. Il 15 aprile Notre-Dame, la cattedrale di Parigi. Il 16 la Juventus, la signora d’Italia.

L’Ajax quella sera organizzò una dimostrazione di forza allo Stadium e la Juventus evaporò, a un mese dalla serata esaltante contro l’Atletico Madrid: dominata atleticamente per tutto il secondo tempo.

La foto della serata è il gol di de Ligt, una spanna sopra Rugani e Alex Sandro a centro area. Szczesny due giorni fa ha scherzato su quel colpo di testa e se lo può permettere, perché Matthijs da otto mesi gioca con lui. Anche per questo, l’anniversario fa meno male.

Oggi, con il calcio fermo, ci sono buone ragioni per pensare che la Juve possa eliminare il Lione e puntare al bersaglio grosso: la Coppa.

Primo: la qualità della rosa. La Juve ha Cristiano Ronaldo – il calciatore alfa in Champions -, una solida cultura difensiva e alternative di alto livello in tutti i ruoli. Come profondità della rosa, ha poche rivali.

Secondo: la concorrenza. La grande favorita, il Liverpool, è stata eliminata dall’Atletico Madrid. Con lei se ne è andata una squadra fortissima, potenzialmente la peggiore da incontrare per la Juve con il suo calcio di strappi e ripartenze.

Terzo: non c’è nulla di meglio di una stagione folle per cancellare una maledizione. La Juve non vince dal 1996 e questa strana stagione – senza fermarsi, senza riposare, senza pensare – può essere perfetta per uno strappo alla regola”.