Coronavirus, gli scienziati tedeschi avvertono: “Stadi ancora vietati a lungo”

0
42

Il presidente dell’Accademia Nazionale delle Scienze tedesca, Gerald Haug, è del parere che bisogna tenere gli stadi e le sale chiusi per altri diciotto mesi a causa dell’emergenza sanitaria legata alla pandemia di Covid-19.

Nella peggiore delle ipotesi, dunque i tifosi di calcio o gli appassionati di concerti potrebbero essere privati dei loro spettacoli preferiti per un altro anno e mezzo.

Sarebbe certamente saggio – ha affermato il presidente dell’Accademia Nazionale delle Scienze tedesca – Per quanto riguarda la durata di un anno e mezzo, dobbiamo aspettare, ci sono valutazioni più ottimistiche”, ha ammesso al canale pubblico «Ard».

Gerald Haug è tra i consiglieri della cancelliera Merkel nel decidere le misure di contrasto al nuovo coronavirus.

La Lega tedesca di calcio (DFL) si riunirà venerdì per decidere su una possibile ripresa del campionato all’inizio di maggio, con partite a porte chiuse solo se le autorità sanitarie daranno il via libera. Certamente ciò che succederà in Germania influenzerà anche le decisioni degli altri paesi europei.