spot_img
spot_img
giovedì, Giugno 20, 2024

Covid-19: “Prima della manifestazione di sintomi respiratori, una parte significativa dei pazienti può presentare diarrea, nausea, vomito e fastidio addominale”

spot_imgspot_img

Massimiliano Cipriano del Dipartimento di Chirurgia laparoscopica del Policlinico Umberto I di Roma, ha condotto assieme a Enzo Ruberti, del Dipartimento di Neurologia della Sapienza di Roma e  Andrea Giacalone del Dipartimento di Ingegneria industriale dell’università capitolina di Tor Vergata, una interessante ricerca in merito ai sintomi del coronavirus:

“Prima della manifestazione dei sintomi respiratori, una parte significativa dei pazienti con Covid-19 può presentare diarrea, nausea, vomito e fastidio addominale”, afferma Massimiliano Cipriano in merito allo studio pubblicato sul ‘Cureus journal of medical science’.

“Pertanto i medici dovrebbero valutare sempre la presenza di questi sintomi nelle persone che sono state a contatto con un paziente positivo per Covid-19 o potenzialmente a rischio di averlo contratto e non fermarsi alla presenza o all’assenza dei sintomi respiratori” anche perché, sostiene, “in alcuni casi potrebbe essere il solo sintomo della malattia”.

È necessario, dunque, monitorare i pazienti con disturbi gastrointestinali iniziali in modo da diagnosticare per tempo il contagio e intervenire in anticipo iniziando prima le cure e la quarantena per controllare la diffusione del virus”, ha precisato ancora Cipriano.

Questi risultati evidenziano la possibilità di un contagio oro-fecale anche quando il virus è scomparso dal tratto respiratorio”, hanno sottolineato i ricercatori e dunque, “se l’ipotesi fosse confermata, la ricerca del virus nelle feci potrebbe rivelarsi ancora più efficace nel segnalare la definitiva scomparsa del virus dall’organismo limitando così la possibilità di ulteriori fonti di contagio per la comunità”.

- Advertisement -