Coronavirus, De Laurentiis mette in cassa integrazione i 30 dipendenti

0
70

Le misure messe in campo dal Governo per fronteggiare la crisi economica causata dall’emergenza sanitaria da coronavirus permetterà anche ai club di Serie A di usufruire di alcune le agevolazioni.

Come la cassa integrazione di due mesi, alla quale è ricorso il Napoli di Aurelio De Laurentiis per i suoi 30 dipendenti.

Il Napoli è il primo club di Serie A a ricorrere alla cassa integrazione, mentre è ancora in fase di stallo la questione del taglio degli stipendi dei calciatori.

Il Napoli ha congelato la mensilità di marzo della squadra, in attesa di trovare un accordo con i giocatori, come deliberato dalla Lega Serie A nell’ultima assemblea.