Massimo Moratti: “È proprio obbligatorio finire questo campionato?”

0
71

Massimo Moratti, ex presidente dell’Inter, affronta il tema della ripresa del campionato in un momento in cui il coronavirus la sta facendo da padrone:

Si insiste sulla normalità, sul fatto di dover finire la stagione ma la normalità non c’è più, bisogna mettersi in testa che forse è cambiato tutto, ha detto Moratti a Radio Anch’io Sport su Radio Uno.

Ci devono essere regole diverse, non ci si può affidare alle vecchie regole, bisogna avere la fantasia e il coraggio di avere regole nuove”.

È questo il pensiero dell’ex presidente dell’Inter su come sarà secondo lui il calcio dopo il coronavirus.

E sulla necessità che questo torneo vada finito:

“Mi chiedo quanto sia obbligatorio tener conto di questo campionato. Sono stati fatti degli sforzi, lo capisco, ma per finire questo torneo dobbiamo fare dei sacrifici, prendere dei rischi notevoli”.

Non finirlo, dall’altro lato, comporterebbe il grosso problema di trovare la soluzione più giusta e lì ognuno difenderebbe la propria parte”.

Moratti si dice ottimista sul raggiungimento di un’intesa sul taglio degli ingaggi dei lavoratori del calcio:

I giocatori si rendono conto per primi della gravità della situazione. Queste cifre risparmiate dovrebbero andare a favore della società e in parte anche del calcio minore”.