Giancarlo Padovan: “Vi spiego perché molti club non vogliono giocare”

0
1006

Giancarlo Padovan, storica firma del Corriere della sera scrive su calciomercato.com, a proposito della querelle che si è creata attorno alla eventuale ripresa del campionato di Serie A.

Se qualche presidente di società avesse ancora in testa di dichiarare nullo il campionato di serie A già ad aprile – come hanno fatto in Belgio -, sa a che cosa l’Italia va incontro: l’esclusione dalle Coppe Europee”, ha scritto Padovan.

Aleksander Ceferin, presidente dell’Uefa, in materia ha idee chiarissime e intende farle rispettare: prima si finiscono i tornei nazionali e poi, ad agosto, si completano le Coppe Europee”.

Purtroppo in Italia molti presidenti di club coltivano interessi personali e di bottega per fare il contrario e – strumentalizzando una tragedia come quella del Coronavirus – dicono no per ragioni pseudomorali quando invece l’obiettivo è non retrocedere o far dimenticare in fretta una stagione deludente….”

“Per smascherare questo macabro doppiogiochismo basterebbe ricordare qualche episodio della loro vita non propriamente da santi…”

Del resto che la Lega di serie A sia ormai al degrado è sotto gli occhi di tutti….Oggi pensare ad una Lega non dico unita, ma in grado di sapere ciò che vuole, è assolutamente impossibile”.

Mi sono ormai convinto che il calcio non riprenderà sia perché c’è gente che non vuole, sia perché la pandemia deve ancora raggiungere il suo picco. E, però, da uomo di sport e da innamorato di calcio penso che si debba provare fino in fondo a tornare in campo…”

Sarebbe un calcio a porte chiuse, quindi con gli stadi vuoti, il prezzo minimo da pagare ad una stagione maledetta. Ma – in questo sono d’accordo con Ceferin – meglio gli stadi solo con i giocatori piuttosto che niente”.