Coronavirus, Boris Johnson si aggrava: è in terapia intensiva

0
71

La notizia scuote tutto il Regno Unito.

Alle 19 locali il primo ministro britannico, Boris Johnson, positivo al Coronavirus, è stato trasferito in un’unità di terapia intensiva dopo che “le sue condizioni sono peggiorate nel pomeriggio”, ammettono da Downing Street, dopo una giornata di smentite ed elusioni sul premier britannico affetto da 11 giorni da un coronavirus che non lo molla più.

Repubblica, tra i primi a riprendere la notizia, riferisce che “durante la sua indisponibilità, Johnson lascerà tutte le sue deleghe al ministro degli Esteri Dominic Raab”.

“Secondo fonti di Downing Street, Johnson sarebbe in terapia intensiva ma non sottoposto a un ventilatore per l’ossigeno”, riferisce La Repubblica sul proprio sito web.

“I miei pensieri sono per Boris Johnson e la sua famiglia”, ha scritto in un tweet poco dopo la notiza il leader del partito laburista Jeremy Corbyn.