Il virologo Pregliasco scettico sulla fine dell’emergenza: “Dobbiamo aspettarci una o due ondate successive per più di un anno o due”

0
9972

Il virologo Fabrizio Pregliasco (molto ascoltato dal governo) è stato raggiunto dai microfoni del quotidiani Il Tempo.

Pregliasco si è detto scettico sulla fine dell’emergenza:

Noi adesso abbiamo questa ondata. Finirà, può darsi, nell’arco di questa estate ma dobbiamo aspettarci una o due ondate successive”, ha detto il virologo dell’Università degli studi di Milano.

Quindi avremo a che fare con il coronavirus per un po. Per più di un anno, o due. Ma con ondate successive perché il virus cercherà di arrivare a tutti e quindi noi, in questo momento, cercando una mitigazione dei casi, riducendoli in termini anche di velocità, facciamo in modo che non tutti vengano colpiti”.

Rimarrà quindi una sacca di soggetti che il virus cercherà di recuperare in fasi successive”, ha detto Pregliasco.

Si è parlato anche della possibilità che il coronavirus possa rallentare in l’estate:

Sicuramente con il caldo si evitano gli sbalzi termici che facilitano l’infezione”.

I virus respiratori sono meno facilitati dalle temperature più elevate solo che come abbiamo visto per l’H1N1, la variante del virus influenzale del 2009, noto come suina, in realtà si è diffuso anche in un periodo precoce perché il virus nuovo se ne frega delle condizioni di temperatura non favorevoli”.

In ogni caso, ora “è troppo presto per dire cosa fare”.ha detto il virologo.