Antonio Cassano sicuro: “Se la Juve ha tagliato gli stipendi, è perché non si giocherà più”

0
392

Antonio Cassano ha concesso una video intervista a Ivan Zazzaroni, direttore del Corriere dello Sport:

“L’accordo raggiunto dalla Juve? Se ha tagliato gli stipendi, e’ perche’ quasi sicuramente non si giochera’ piu’ questo campionato”, ha sentenziato il takento di Bari Vecchia.

Se ci sono possibili correzioni se si potesse tornare a giocare? Allora si sarebbe potuto fare di mese in mese. Si sarebbe anche potuto fare a fine giugno. E’ giusto che il taglio si faccia in Serie A”.

“In Serie B e in Serie C devono trovare la soluzione per non togliere soldi ai giocatori, li’ – ha aggiunto il barese – c’e’ gente che guadagna 3-4-5mila euro, che ha fatto mutui per la casa, che ha comprato un’auto a rate.I ragazzi che guadagnano meno farebbero una fatica allucinante”.

La speranza di poter ripartire? Sono d’accordo con Gravina. Ma se eventualmente si ripartisse con gli allenamenti il 3 maggio, servirebbe minimo un mese per la preparazione”.

Significherebbe – ha aggiunto infine Cassano – arrivare ad agosto e diventa un massacro per l’anno prossimo. Io farei i playoff per assegnare lo scudetto”.