Spadafora: “Non è pensabile dire che a maggio si possa riprendere regolarmente, soprattutto con gli spettatori”

0
340

Grande momento di preoccupazione per l’Italia a causa dell’emergenza coronavirus, che ha inevitabilmente travolto anche il mondo del calcio e ha portato alla sospensione del campionato.

A parlare di una possibile ripresa della Serie A, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, durante un intervento nel corso della nota trasmissione Chi l’ha Visto in onda su Rai 3.

Le parole di Spadafora:

“A oggi non è pensabile dire che a maggio si possa riprendere regolarmente con tutte le competizioni, soprattutto con gli spettatori.

Sinceramente a oggi ho anche qualche dubbio rispetto alle decisioni di qualche Federazione di poter riprendere il 3 maggio.

Sono gli stessi scienziati a non avere certezze sull’evoluzione dell’epidemia, non è che stiamo sbandando o non è che non sappiamo cosa fare, dobbiamo adattare le nostre decisioni alle situazioni che cambiano.

Lo sport sarà uno dei motori che ci permetteranno di rilanciare il Paese dopo la crisi sanitaria.

Quando parlavo di previsioni ottimistiche mi riferivo proprio alle previsioni del calcio di poter riprendere il 3 maggio.

Se poi il calcio deciderà di posticipare tutto all’estate, questo ricade nell’autonomia dello sport.

A oggi la situazione è complicata, il calcio ci ha messo un po’ di tempo in più degli altri a capire l’emergenza, immagino che ora si muoverà con tutta la cautela possibile“.