Gravina: “Scudetto? Non mi arrendo. Bastano 45-60 giorni. Giocare anche a luglio e agosto se necessario”

0
19518

Il presidente della Figc Gabriele Gravina è intervenuto nel corso della trasmissione “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma su Radio Marte.

Il nostro compito deve essere quello di programmare delle date che comunque diano una speranza a tutti coloro che amano il nostro sport”.

“Terminare la stagione qui? Io per cultura, chi mi conosce lo sa, mi arrendo con grande difficoltà. Fino a quando avrò la possibilità, conserverò la speranza di far ripartire i campionati. Farò qualsiasi tentativo per arrivare a questa definizione”, ha detto il presidente della Figc.

Proveremo a fare il massimo per giocare anche a costo di chiedere il supporto delle massime istituzioni internazionali, mi riferisco alla Uefa e alla Fifa, di andare oltre il 30 giugno quindi sfruttando anche luglio e agosto”.

Dobbiamo essere consapevoli e coscienti che per definire il nostro campionato ci servono 45-60 giorni”, ha proseguito Gravina.

“Se ci vengono concessi il mese di luglio e quello di agosto, così come si sta orientando la Uefa e tutte le federazioni, potrebbe quello il periodo di riferimento”.

Infine, sull’ipotesi dei playoff per assegnare lo scudetto e delle assegnazioni a tavolino:
Sono testardo, proverò a portare avanti questa proposta per dare maggiore interesse al campionato di Serie A”.