Serie A, Repubblica scrive: “Ipotesi estrema in campo a giugno e luglio. Possibilità che la Champions non torni più in campo è più che reale”

0
323

Sulle pagine web del sito La Repubblica è apparso un articolo nella consueta rubrica “Spy Calcio” a firma di Fulvio Bianchi.

Ebbene, il giornalista ipotizza uno scenario clamoroso. Ecco uno stralcio dei passaggi più importanti dell’articolo:

Qualche presidente di serie A si sta rendendo conto che il rischio di non tornare più in campo in questa stagione aumenta giorno dopo giorno”, esordisce il giornalista.

Soprattutto se si pretenderà di giocare a “contagi zero”. Altri pensano che per non fare fallire il sistema si potrebbe lo stesso giocare a contagi “vicini” allo zero: ma il rischio sarebbe alto. Saranno i medici a dire che fare”.

“L’ipotesi ottimistica è quella di scendere in campo di nuovo 2 sabato per completare le ultime 12 giornate che mancano. I vertici della Lega, Dal Pino e De Siervo, sono in costante contatto con la Figc e con tutti i presidenti di club: martedì, in videoconferenza, altra assemblea informale”.

Si stanno studiando tutte le soluzioni, da quelle ottimistiche a quelle meno ottimistiche. C’è anche un’ipotesi più estrema, pur di salvare la stagione e non rischiare il fallimento di qualche club: tornare in campo a giugno e giocare sino a fine luglio, a tappe forzate di sera (e a porte chiuse), e pazienza se l’Uefa non è d’accordo e se con questa soluzione si rischia di complicare anche la stagione successiva”.

In questo caso, la Coppa Italia potrebbe andare in onda a fine luglio con una final four (Juve, Milan, Inter, Napoli) di grande interesse”.

E le Coppe europee? Silenzio totale, anche l’Uefa non dice più nulla anche perché molti Paesi coinvolti, vedi la Spagna, solo adesso stanno vivendo tragicamente l’ondata del virus”.

“La possibilità che Champions ed Europa League non tornino più in campo è più che reale. L’Uefa potrebbe tentare di fare giocare una final eight a luglio, ma ci sono problemi di date”.