L’ex bianconero Amoruso sulla sospensione del campionato: “Un peccato, soprattutto per la Juve che era in corsa per tutto e in crescita”

0
51

L’ex attaccante della Juventus, Nicola Amoruso, ai microfoni di Stile Juventus in onda su Radio Bianconera ha commentato il difficile momento attraversato dall’Italia, e inevitabilmente dal mondo del calcio, a causa dell’emergenza coronavirus.

Le parole di Nicola Amoruso:

“Questa reclusione è dura, ma dobbiamo continuare a fare tutti il nostro dovere per uscire al più presto da questa situazione.

Un pensiero per chi sta affrontando la malattia in ospedale“.

L’ex bianconero ha commentato la possibile ripresa del campionato:

“La vedo dura che si possa riprendere ad aprile, il problema è anche fuori dall’Italia dove non stanno prendendo le misure giuste.

Stiamo facendo uno sforzo incredibile, se non prendiamo tutti le stesse misure è tempo perso, basta poco a scatenare la forza di questo virus.

Sarebbe comunque un campionato falsato, perché abbiamo spezzato il ritmo, anche se ti alleni a casa non è uguale.

Non so cosa aspettino a rinviare gli Europei, dove andrebbero giocatori che non sono allenati, non c’è il tempo di fare un’altra preparazione. Puoi anche allenarti sul tapis roulant, ma in campo è un’altra cosa.

Per lo scudetto e la Champions League non so cosa si inventeranno, però credo che sia un peccato, soprattutto per la Juventus che era in corsa per tutto e in crescita. Questa è la cosa che più dispiace”.