Commisso, maxi multa per le accuse agli arbitri dopo Juve-Fiorentina

0
2182

Dopo le furiose dichiarazioni del presidente della Fiorentina, Rocco Commisso, contro le decisioni arbitrali del direttore di gara Pasqua nella sfida Juventus-Fiorentina, terminata con una vittoria 3-0 per i bianconeri, arriva una maxi multa per il presidente viola.

A far discutere, erano state le parole di fuoco che Commisso aveva rivolto alla Juventus e alla direzione di gara:

“Sono disgustato. Gli arbitri non possono decidere le partite.

Sono qui da 6 mesi e non critico mai gli arbitri, ma non possono decidere: la Juve non ha bisogno del loro aiuto per vincere, non si possono vedere queste cose, sono arrabbiatissimo.

La Juve è già più brava di noi, lasciamola vincere sul campo. Qui hanno dato due rigori: il primo forse c’era, il secondo non c’era mai, e da lì i nostri ragazzi si sono demoralizzati. Non è giusto per i nostri tifosi che vengano trattati così”.

A seguito delle sue parole, la Procura Federale ha multato Commisso con un’ammenda da 10 mila euro più altri 6 mila comminati alla Fiorentina per responsabilità diretta, per aver “espresso pubblicamente dichiarazioni lesive della reputazione della classe arbitrale, ed in particolare dell’arbitro del citato incontro”.