spot_img
spot_img
lunedì, Giugno 17, 2024

Pavan su Conte: “Nessuno lo critica, intanto la Juve lo punisce”

spot_imgspot_img

Il giornalista Massimo Pavan, su tuttojuve.com ha commentato la partita disputata ieri a porte chiuse allo Stadium, tra la Juventus e l’Inter, terminata con la vittoria dei bianconeri sugli uomini di Antonio Conte per 2-0.

Le parole di Pavan:

“Ancora il gap, Antonio Conte non ammette mai di aver sbagliato e parla ancora di gap.

Nonostante gli acquisti estivi e le spese invernali con Moses, Eriksen, Young, continuiamo a sentire i soliti discorsi e le solite litanie.

Tutto questo per difendere il proprio lavoro, senza che nessuno si permetta mai di criticarlo.

Basta vedere la prestazione di Eriksen, spesa folle invernale, un calciatore che dopo 55 giorni è totalmente fuori dal progetto, entra dalla panchina ed al momento non incide e rimane un corpo estraneo. Nessuna critica per questa gestione.

Poi, come al solito i discorsi sulla Juventus:

“La Juve è una squadra che è migliorata di anno in anno, aggiungendo giocatori di grande qualità e palmares, l’Inter con me ha iniziato un percorso da sette mesi.

Anche nella composizione della rosa si cerca di fare del nostro meglio, ma oggi non si possono fare paragoni tra una struttura che domina da otto anni, migliorando anno dopo anno, e una che cerca di giocare partite come queste vedendo un obiettivo più alto rispetto al passato.

Dobbiamo continuare a lavorare e implementare anno per anno la qualità e raggiungere questi livelli che nella Juve sono altissimi, per carattere, esperienza e personalità.

Le altre sono molto distanti. Non bisogna dimenticare che loro da otto anni stanno vincendo e aggiungendo pezzo su pezzo. Hanno una rosa di grandissima qualità.

Noi stiamo provando ad alzare l’asticella, ma ci vorranno tempo e pazienza. Va dato merito ai ragazzi che, al di là della sfida contro la Sampdoria, il distacco con la Juve deriva dai due scontri diretti“.

In ogni caso, Conte è stato molto fortunato, da un lato perché nessuno lo critica, dopo una serie di partite molto deludenti e prestazioni che lo hanno tolto dalla Champions e fatto perdere tre sfide scudetto su quattro.

Fortunato poi a non aver trovato i tifosi, che sicuramente gli avrebbero fatto pesare la decisione di essere passato in estate alla rivale storica“.

- Advertisement -