spot_img
spot_img
venerdì, Giugno 14, 2024

Signori (Il Giornale) su Zhang: “In Cina gli avrebbero permesso di dare del pagliaccio ad un notabile? Lo avrebbero concesso ad uno straniero? Difficile”

spot_imgspot_img

Il giornalista Riccardo Signori, nel suo editoriale per il Giornale, ha commentato anche il duro attacco del presidente dell’Inter, Steven Zhang, rivolto al presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, a cui nelle scorse ore aveva dato del ‘pagliaccio’.

Le parole di Signori:

“Forse ha ragione Steven Zhang: ogni circo ha bisogno di un pagliaccio. E il mondo del calcio è un circo.

Però bisogna distinguere tra dire e dire, errore ed errore, pagliaccio e pagliacciate.

Si sprecano paroline di troppo: ultimamente è successo a Zhang e Agnelli.

Sicuramente ha torto Zhang: in Cina gli avrebbero permesso di dar del pagliaccio ad un notabile? Lo avrebbero concesso ad uno straniero? Difficile.

In Cina non insegnano a usare toni duri, ma nel rispetto della parola? Questa è legge universale.

Il signor Suning, uomo che conta nel governo, si sentirà imbarazzato?

Certo, pensano i tifosi dell’Inter: Zhang è un paladino, ha difeso la salute pubblica e quella dell’Inter, è andato contro la Signora e la sua potenza politica.

O, magari, ha voluto solo darci una buona ragione per far dimenticare qualche errore di comunicazione del suo Paese.

Insomma, il giovin signore si è caricato sulle spalle malessere globale e benessere dell’Inter.

Ma siccome ama far carriera e conosce l’arte della diplomazia affaristica, è andato anche a cena con Agnelli, come non fosse l’insopportabile nemico che descrive il popolo nerazzurro.

Questa è arte, questo è l’affaire”.

- Advertisement -