Marcello Chirico : “L’inter voleva riuscire a disputare il Derby d’Italia nel giorno che desiderava lei e a porte chiuse, quindi missione compiuta per Marotta”

0
921

Marcello Chirico, giornalista di fede bianconera, ha commentato la decisione di disputare il Derby d’Italia domenica 8 marzo.

“Abbiamo assistito al più grande circo della storia del calcio per approdare a un finale che alcuni auspicavano e che qualcuno voleva”.

L’inter voleva riuscire a disputare il derby d’Italia di ritorno nel giorno che desiderava lei e a porte chiuse, quindi missione compiuta”, certifica Chirico.

Marotta per quattro giorni di fila ha dato più interviste di tutta la sua intera carriera e a riempito pagine di giornali e web”.

“Zhang si è messo a insulare Dal Pino dal suo profilo privato per poi arrivare adesso a dichiarare “siamo soddisfati” e per festeggiare ha donato cento mila euro all’ospedale di Milano. Fini certamente che tutti condividiamo.

Ma fa notare Chirico sul suo video editoriale, “c’è sempre l’impressione che alcune persone indossino l’abito giusto a seconda delle occasioni a seconda di ciò che serve”.

Nel 2006 indossarono lo smoking bianco, l’abito degli onesti di chi ha la coscienza cristallina e adesso indossano il camice bianco quello dei medici, di coloro che tutelano la salute pubblica, dimenticandosi di tutto quello che è avvenuto prima di indossare questo camice bianco.

“Prima si era deciso di fare la partita al 13 maggio che non piaceva a nessuno, (tranne la Juve per non perdere l’incasso), poi si voleva anticipare al 9 di marzo che in un primo momento l’Inter riteneva una scelta di buon senso ora si gioca l’8 di marzo a porte chiuse e all’Inter va bene”, fa notare il giornalista.

“Prima l’inter non voleva giocare a porte chiuse ora invece va bene. Prima i nerazzurri  volevano recuperare Inter Sampdoria, adesso invece di Inter Sampdoria si sono perse le tracce.

L’importante è giocare Juventus Inter a porte chiuse. Tutto questo sempre nel nome della tutela della salute dei cittadini. Ma c’è tanta ipocrisia in questa motivazione”.

“È giusto difendere la salute dei cittadini, ma se dovesse proseguire questo maledetto virus (auguriamoci che tutto finisca presto) bisognerebbe stoppare il campionato. Steven Zhang sarebbe d’accordo a stoppare il campionato?”, si chiede Chirico, visto che al quel punto la Juventus da regolamento sarebbe campione d’Italia a tavolino.

Fonte: IlBianconero.com