Massimo Pavan grida al complotto contro la Juventus: “È malafede. I media hanno strumentalizzato la cosa”

0
96

Fa discutere sempre di più il rinvio della partita Juventus-Inter.

Al punto che il giornalista Massimo Pavan, di conclamata fede bianconera, nel suo editoriale mattutino comincia a non credere più nelle buona fede di qualcuno.

Pavan per prima cosa ribadisce che “spostare la partita non è stato solo giusto, ma sacrosanto, visto che in Piemonte il problema oggi come oggi è marginale, non come in altre regioni”.

Poi ne prosieguo dell’articolo accusa certa stampa rea di essere a suo dire in malafede:

Fa sorridere come alcuni media abbiano strumentalizzato la cosa. In particolare alcuni sostengono che la Juventus sia favorita perché ora non stava bene, cosa che sostengono solo loro, visto che l’Inter a parte due gare contro una formazione ungherese, non ci sembra che nel turno precedente abbia brillato, così come in Coppa Italia dove con il Napoli ha fatto male”.

Alcuni dati messi in evidenza dal giornalista non lasciano dubbi:

La malafede la confermano anche le quote dei pronostici per questa gara che erano 2,30 Juve in media e 3,20 Inter. I nerazzurri erano favoriti solo per un certo quotidiano che ieri si è protetto a difensore della causa”.

“Alcuni giornali addirittura sostengono che ci sarebbe stato l’aggancio ad esasperare la cosa, non ricordando che attualmente l’Inter è sei punti dietro, quindi aggancio di cosa?”

Pavan conclude con un semplice ragionamento:

Inter molto impegnata a maggio? La differenza potrebbe essere di una partita, otto contro nove, se entrambe vanno avanti in tutte le competizioni. Ma siamo sicuri che entrambe arriveranno in fondo alle due competizioni? Qualche dubbio l’abbiamo considerando l’interesse dell’Inter per la Champions, ricordando il turnover con lo Slavia Praga e quanto vale l’Europa League”.