lunedì, Giugno 24, 2024

Pavan: “Giusto il rinvio, era meglio il 5 maggio però, così Conte ricordava come si festeggia uno scudetto”

Il giornalista Massimo Pavan su tuttojuve.com ha commentato la notizia del rinvio dell’attesissima sfida Juventus-Inter che, come da disposizioni del Governo, si sarebbe dovuta inizialmente disputare a porte chiuse, a causa dell’allarme coronavirus.

Le parole di Pavan:

Giusto il rinvio, decisione saggia, anche se sarebbe stato meglio rinviare l’intera giornata e non solo alcune partite, così facendo si arriverà ad un finale di stagione con squadre riposate ed altre meno, ma questo, forse, sarà un problema secondario.

L’importante questa volta era prendere una decisione che non danneggiasse i tifosi che hanno pagato l’abbonamento e non togliesse credibilità al torneo, perché se una squadra deve giocare in casa, a meno che non abbia commesso atti da squalifica, deve farlo con piena possibilità di accesso dei suoi tifosi.

Il rinvio è stata una decisione forse tardiva, ma sostanzialmente giusta, sarebbe stato più corretto, prenderla subito e inserire tutta la giornata, ma ci accontentiamo.

La prendiamo come una vittoria anche della nostra redazione che si era battuta strenuamente per giocare subito a porte aperte, visto quanto successo a Lione, oppure per il rinvio. Le porte chiuse sarebbe stata una decisione barbara.

Leggiamo di qualcuno che avrebbe voluto le porte chiuse, ovvio, la paura di uno Stadium con i tifosi è grossa e le porte chiuse sarebbero state un bel modo di provare a vincere.

È andata male, riprovate alla prossima.

Un unico neo, peccato non aver messo la gara il 5 maggio, magari Conte avrebbe festeggiato come in quello scudetto, ovviamente sempre per i bianconeri“.

spot_imgspot_img