spot_img
spot_img
lunedì, Giugno 17, 2024

Andrea Agnelli: “Con Allegri ci siamo visti la settimana scorsa. Con Sarri ci siamo dati un’impostazione a due-tre anni”

spot_imgspot_img

Intervenuto ai microfoni di Radio 24, nel corso della trasmissione ‘Tutti Convocati’, il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, si è espresso si è espresso su diversi temi tra i quali anche quello inerente gli ex allenatori bianconeri.

“Con Allegri ci siamo visti la settimana scorsa per un caffè, amicizia e stima rimaste intatte. Sono persone in cui si lavora e si condividono anni interi. Che rimanga amicizia è normale”.

Le valutazioni hanno portato a un cambio di guida tecnica e abbiamo individuato un tecnico con le caratteristiche di Sarri. Lui ad agosto ha detto di voler avere un impatto fino a 70 metri, poi sono gli interpreti a dover fare la differenza”.

Agnelli non nega belle parole anche per Antonio Conte:

“È una bandiera juventina, ha vinto con noi, Conte è Juventus e con lui c’è un rapporto cordiale.

Lui ha reputato la sfida dell’Inter più ambiziosa e avere questo testa a testa mi affascina. Quello che interessa allo sponsor sono i risultati, avanzare nelle competizioni, la visibilità.

Nella scelta di Sarri c’è la voglia di arrivare al risultato finale. Guardiola? Non pensarci sarebbe un’eresia, ma lui è felice dove è e difficilmente uno felice lascia il luogo dove sta”.

“Noi siamo felici con Sarri con cui ci siamo dati un’impostazione a due-tre anni. Siamo in corsa per il nono scudetto, ma la statistica a un certo punto dice che non sarà sempre così”.

- Advertisement -