spot_img
spot_img
sabato, Giugno 15, 2024

Dybala si cambia: Sarà “falso nove” con la massima libertà tattica

spot_imgspot_img

Juve si cambia, o meglio, Dybala si cambia.

“E’ arrivato il momento di mettere la Joya al centro della fase offensiva, per sfruttare al meglio la sua fantasia, il suo estro, ma anche per ritrovare l’efficacia sotto porta di un tempo”.

È quanto scrive stamane tra le sue pagine La Gazzetta dello Sport: “Per Paulo inizia una nuova vita. Non più attaccante nel 4-3-1-2 e non più esterno nel tridente nobile definito “da bar” da Sarri”, afferma La Gazza.

Il posto della Joya “nel nuovo scacchiere che ha in testa il tecnico bianconero è quello da falso nove. Una sorta di centravanti “agile”, dinamico, estroso”.

Perché – prosegue il quotidiano sportivo –  alla Juve questo è il tempo delle scelte definitive, la stagione sta entrando nella fase calda e rinunciare al potenziale di Dybala sarebbe sbagliato”.

Già domenica scorsa contro il Brescia, con Ronaldo assente, Paulo ha avuto molta più libertà di movimento: è partito a sinistra nel tridente, ma spesso svariava su tutto il fronte d’attacco”.

“E altrettanto di frequente arretrava per prendersi la palla: non è un caso che sia entrato in tutte le azioni più pericolose dei bianconeri, ritrovando tra l’altro la via del gol”, certifica la Gazzetta.

E anche dal punto di vista della personalità si è fatto sentire visto che ha cercato di zittire sul nascere i fischi dei tifosi, infastiditi per una manovra poco efficace”.

Con Sarri, Dybala è tornato a fare l’attaccante, non più il centrocampista aggiunto come succedeva gli ultimi tempi con Allegri, con cui l’anno scorso era di fatto passato allo status di seconda linea, deprimendosi per un ruolo, quello di mezzala, non suo. «E’ un grandissimo giocatore – disse un paio di anni fa Max – ma poteva fare il centravanti quando era a Palermo, perché era una squadra che giocava a 50 metri dalla porta. Con la Juventus, che gioca a 20 metri dalla porta, è un ruolo che non può fare»”.

Il prossimo rientro di Khedira potrebbe aiutare vista l’abilità del tedesco negli inserimenti in area, utilissimi quando la Joya viene a prendersi la palla sulla trequarti, lasciando il centro del l’area sguarnito. L’ultima versione di Dybala è stata quella dei giorni belli, probabilmente perché si sente di nuovo libero di seguire istinto e ispirazione”.

“E’ sempre nel vivo del gioco, si diverte. Sarri, a differenza di Allegri, l’ha sempre visto attaccante e lui in questa stagione là davanti ha coperto tutti i ruoli, trequartista compreso. Ora, per il dieci, è arrivato il momento della libertà tattica“, conclude la Gazzetta.

- Advertisement -