Tancredi Palmeri: “Juve favorita in Champions. La sua priorità sarà riavere Pogba. Anche Icardi nel mirino”

0
104

Il giornalista Tancredi Palmeri, nel suo consueto editoriale su tuttomercatoweb.com, ha commentato il percorso della Juventus in Champions League, e le sue possibili mosse sul mercato nei prossimi mesi.

Le parole di Tancredi Palmeri sulla Champions:

“Il livello con altre tre è così equilibrato che basta anche un solo infortunio a creare lo squilibrio.

Ma la vastità della rosa della Juve, il recupero di Chiellini (vitale, altro che dettaglio!), la motivazione speciale paragonata a tutti gli altri, la situazione congiunturale delle competitor, e la disponibilità di Cristiano Ronaldo – tuttora uno degli unici due al mondo capaci di poterti fare vincere da solo una grande partita -, tutti questi motivi rendono la Juve favorita in Champions.

Sappiamo bene che alla fine potrebbero non essere sufficienti: perché Sarri finora gioca come il peggior Allegri, e per ora non si vedono spiragli di miglioramento.

Ma a ulteriore motivo per rafforzare la palma di favorita, la Juve ha ricevuto in dotazione un mese e mezzo di tempo in più per arrivare al gioco necessario per trionfare in Europa: un mese e mezzo in più rispetto al pugno di altre pretendenti.

Perché l’ottavo super-accessibile contro un Lione per di più menomato gravemente dagli infortuni per di più dei suoi uomini importanti, permette a Sarri 45 giorni supplementari.

Dove, alla fine, conservare o meno la testa della Serie A avrà anche una importanza relativa (ma intanto la si tiene)”.

Tancredi Palmeri ha poi parlato di uno degli obiettivi dei bianconeri del prossimo anno, Paul Pogba:

Il prossimo anno la priorità juventina sarà un’altra. Riportare Pogba.

Il Manchester United, che aveva chiesto 150 milioni di € in estate, potrebbe abbassare le sue richieste fino a 90 milioni di €, sempre che il francese non sfoderi un Europeo deluxe.

Badate bene: il contratto di Pogba scade nel 2021, anche se pare lo United abbia una clausola per estenderlo automaticamente fino al 2022 (ma con i contratti siglati da Raiola è sempre bene prendere le informazioni con le pinze).

Mentre Pogba è ancora fuori per infortunio, Solskjaer ha attaccato alzo zero Raiola, una strategia che non paga mai. La memoria del procuratore è proverbiale, e di sicuro è un’altra pietra nella nuova casa torinese del centrocampista.

La Juve ha già pensato di offrire Ramsey e Rabiot in cambio, a cui in più dovrà aggiungere probabilmente una decina di milioni.

Il discorso è sensato: entrambi forse sono pagati molto più del loro valore, e i loro stipendi libererebbero esattamente quei 15 milioni di € netti che servirebbero per dare il salario a Pogba.

Insomma, praticamente Paratici darebbe Ramsey e Rabiot per Pogba, e ci rimetterebbe poco o niente.

Piccolo particolare: a Manchester probabilmente accoglierebbero a braccia aperte Ramsey, ma forse non così entusiasticamente Rabiot. E soprattutto: già in passato un possibile scambio saltò perché lo United aveva dato l’assenso ad inserire Emre Can e Mandzukic, ma assolutamente non agli stipendi con cui arrivavano. Immaginiamoci dunque con quelli di Rabiot e Ramsey

Però è una mossa che la Juve vuole fare. Per poi andare a scacco con Icardi, e prenderlo dal PSG che lo riscatterebbe solo per girarlo per 70 milioni e un giocatore; o prenderlo dall’Inter facendo tutti contenti.
Ma questa, è un’altra storia…”.