spot_img
spot_img
sabato, Giugno 15, 2024

Juve, La Gazzetta parla di “svolta sarrista”: Dentro Chiellini, niente trequartista e Dybala con CR7

spot_imgspot_img

La Gazzetta dello Sport stamane in edicola apre con il titolo a caratteri cubitali: “Svolta Sarrista”.

Il tecnico della Juventus sembra aver optato per una formazione rivoluzionata per affrontare il finale di stagione.

La Juve prende forma. Sarri sta solidificando il suo pensiero. Si va verso una squadra definitiva con la quale affrontare le sfide capitali dei prossimi mesi La sanguinosa sconfitta di Verona ha portato a galla una serie di problematiche, che sono state analizzate con cura dallo staff, e possono diventare finalmente il punto di svolta per una Juventus sarriana”, scrive la Gazzetta tra le sue colonne.

L’allenatore ha capito quale è la strada giusta, anche a costo di rimettere in discussione alcuni capisaldi del suo credo calcistico”.

“Dal modulo ai ruoli, da Chiellini alla libertà concessa ai solisti, porterà esperienza e un valore aggiunto in marcatura e permetterà a De Ligt e Bonucci di rifiatare ogni tanto”.

Sulle fasce basta adattamenti visto il recupero di Danilo, il titolare a destra sarà lui con De Sciglio alternativa.Ecco come Sarri ha ridisegnato la sua Signora per l’accelerata finale”.

Sarri si è preoccupato vedendo Pjanic disperarsi in mezzo al campo contro il Brescia”.

Mire, nonostante il periodo ombroso, è decisivo nello scacchiere bianconero: non toccherà mai i 150 palloni richiesti dal tecnico, ma senza di lui la luce si fa più fioca”.

Sul centrodestra Bentancur, uno dei migliori in stagione, deve battagliare con Ramsey, dirottato dalla trequarti al centrocampo,senza scordare Khedira”.

“Sul centrosinistra, invece, il ballottaggio è tutto francese: Rabiot è in risalita, ma in certe battaglie quanto servono le corse di Matuidi”.

“Infine la novità offensiva: si torna al tridente, ma con Cuadrado vicino a Cristiano Ronaldo e Paulo Dybala, in attesa del rientro di Douglas Costa.

Infatti scrive la Gazza, l’equilibratore decisivo là davanti è diventato Cuadrado che si è spesso vestito da laterale difensivo ma è sempre più titolare come esterno alto. Anche perché possiede una dote decisiva per bilanciare il nuovo modulo”.

Infine, sentenzia la Gazzetta, “Visto il buon momento dell’argentino più giovane,e adatto anche a fare il falso nove,il meno sicuro del posto in questo momento sembra essere Higuain”.

Sparisce dunque il trequartista e Higuain ora rischia il posto.

- Advertisement -