Massimo Pavan non ha dubbi: “È attacco alla Juve”

0
888

Massimo Pavan, giornalista e tifoso bianconero, dalle colonne della testata giornalistica di Tuttojuve, lancia l’allarme: “Attacco alla Juve”.

Nel dettaglio, scrive Pavan: “Ad ogni partita un indizio, l’attacco alla Juve prosegue, lento, inesorabile, chiaro e diretto”.

“Dopo la Fiorentina, con il Presidente Commisso sbottato per un rigore, che c’era con altri episodi a sfavore della Juve non evidenziati, ecco che adesso ci si mette il Milan, o meglio non il Milan, visto che Paolo Maldini ha tenuto un comportamento di grandissimo fair play, ci si mette Stefano Pioli, evidentimente scosso dal rischio del fallimento stagionale, così come alcuni calciatori che stanno passando l’ennesima stagione deludente”.

E ancora: “La malafede è evidente nell’analisi degli episodi di giovedì. La Juventus ha forse beneficiato di un rigore al limite, ma da regolamento, tuttavia, le erano stati negati ben due rigori in precedenza, uno su Aaron Ramsey ed uno su Juan Cuadrado per netto fallo su Rebic, episodi che solo in pochi hanno rimarcato”.

Oltre a questo, la follia pura di Kessie che ha colpito con una netta gomitata a gioco fermo il colombiano Cuadrado”, fa notare Pavan.

“Un processo, post rigore, assolutamente superfluo e sbagliato, del resto la Juventus non ha fatto sicuramente una buona partita, ma non ha beneficiato di nessun aiuto o strano episodio, se mai è il Milan ad essere stato fortunato nelle valutazioni che non lo hanno decimato oltre quanto è stato poi deciso”.

E ancora fa notare il giornalista: “Fa sorridere, poi, Stefano Pioli che non ha fatto la minima critica ai propri giocatori che dopo essere stati ripresi in modo ridicolo dall’Inter in cinque minuti domenica, si sono fatti ammonire in maniera superficiale saltando il ritorno”.

Ibrahimovic salterà il ritorno per un intervento fuori legge su De Ligt, Theo Hernandez è intervenuto in modo folle due volte su Dybala, mentre Castillejo, ha protestato senza una logica dopo un fallo”.

Insomma, assenze pesanti al ritorno, a cui si poteva aggiungere pure Kessie, graziato dalla terna arbitrale”.

In sintesi, ribadisce Massimo Pavan: “Chiaro, quindi, che la Juventus non sia stata favorita, purtroppo i media hanno enfatizzato il contrario, proprio per creare un clima non positivo che non ci piace”.

Polemiche forse indirizzate in un senso, un attacco vero e proprio alla Juve, attenzione quindi, perchè non è normale che vengano create polemiche su episodi pari al nulla”, conclude Massimo Pavan.