Luciano Moggi: “Juve cosi non va, ma alla fine sarà scudetto”

0
1137

Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus ha commentato ai microfoni di TuttoMercatoWeb la sconfitta della Juve a Verona.

Ci sta perché l’Hellas ha giocato meglio, non ci sta però essere rimontati. Anche se può capitare. In ogni caso la Juve rimane la favorita per la vittoria finale del campionato, anche in virtù degli impegni dell’Inter in Europa”. Così a l’ex dg della Juventus, Luciano Moggi.

Subito una prima provocazione: la Juve di Allegri avrebbe perso?

“Sicuramente c’è un fatto: la Juve con Allegri subiva meno e faceva più gol. Non mi è piaciuto quello che ha detto Sarri a fine partita, quando parla dei risultati che non sono mai scontati”.

Il problema di fondo è che il centrocampo del Verona in questo momento dà agonisticamente un risultato importante ed è stato superiore a quello della Juve. Ma è stato un incidente di percorso. Inter e Juve finiranno per lottare per lo Scudetto fino alla fine”.

Intanto l’Inter ha dato prova di forza, vincendo il derby.
Ha destato impressione più per come ha reagito ai due gol che per il risultato. L’Inter nel secondo tempo è entrata in campo come se nulla fosse successo. È prevalsa la classe superiore nei confronti del Milan dove quando si spegne Ibra va via la luce”.

Quando c’è di Conte in questa Inter?
“È un vincente, sa caricare i propri giocatori. Non ci sta a perdere. Mai.”

Però Padelli…
“Quando la difesa non è tranquilla si prospettano problemi di incertezza. Padelli nel derby, in occasione dei gol subiti, ha avuto tante responsabilità. Pare arrivi Viviano, è un portiere sicuro, ha dimostrato di essere all’altezza. Ritengo che sia una bella operazione. L’esperienza del derby per l’Inter, con il portiere, non è bella da ripetere”.