Dopo il colpo di scena a Sanremo, Bugo si consola con la Juve: “Quando ho visto CR7, anziché cantare avrei preferito andare a salutarlo”

0
143

Da qualche ora non si parla che di lui e della sua decisione di abbandonare il palco dell’Ariston, a causa della quale lui e il cantante Morgan, sono stati squalificati dal Festival di Sanremo.

Si tratta di Bugo, un artista ora al centro di molte critiche ma al quale torna il sorriso se si parla della sua squadra del cuore, la Juventus.

Nel corso di un’intervista a ilbianconero.com il cantante ha rivelato la sua passione per la maglia bianconera:

“Sono juventino grazie a mio padre e mio nonno. La mentalità Juve mi affascina molto.

Quando mio nonno mi diceva che non era solo una squadra non capivo, a distanza di anni gli do ragione.

È una filosofia che mi ha insegnato molto nella vita, quando lavoro ai miei progetti cerco sempre di applicare la loro mentalità.

Quella di Platini per me era indimenticabile”.

Bugo ha poi confessato l’emozione provata alla vista di Cristiano Ronaldo seduto in platea all’Ariston:

“Quando ho visto Cristiano Ronaldo nelle prime file non volevo nemmeno salire sul palco a cantare, avrei preferito direttamente andare a salutare CR7.

Non sono riuscito a vederlo, mi sarebbe piaciuto fargli i complimenti per tutto. Ma sono stato contento già vedendo Georgina“.

Il cantante ha poi espresso un commento sulla rivale Inter:

A me non piacciono gli interisti, non l’Inter. Sono un po’ pesanti, frustrati.

È vero però che ci sono anche juventini fanatici, io però credo che la mentalità Juve sia anche il riconoscere quando si sbaglia“.

Bugo ha poi espresso un commento su Antonio Conte all’Inter:

Secondo me non è molto contento. Sta dando molto alla squadra, ma non mi sembra a suo agio con quei colori…”.