Chirico denuncia la nuova ossessione contro la Juve: “Far fuori il capo degli arbitri per colpire la Juve”

0
372

Nuova denuncia di Marcello Chirico attraverso le colonne del sito di matrice juventina Ilbianconero.com.

Il giornalista si sofferma sulle recenti polemiche legate agli arbitraggi e ai vertici dell’Aia.

Ecco alcuni dei passaggi più significativi:

“Apprendo da un ‘autorevole testata sportiva, che si sta elaborando un piano per silurare Marcello Nicchi, presidente degli arbitri”.

“Motivo (riporto testuale): perché “ ormai considerato da molti club troppo contiguo alla Juventus”. La conferma l’avrebbero avuta domenica scorsa, con la sua replica “arrogante”, “esagerata”, “da casta”, proprio al presidente della Fiorentina , ritenutosi disgustato dall’arbitraggio durante Juve- Fiorentina , partita in cui i bianconeri avrebbero ottenuto dei regali”, riferisce Chirico.

“Accuse leggere, insomma, alle quale Nicchi non avrebbe dovuto permettersi di rispondere, dicendo che quelli disgustati erano proprio loro, gli arbitri”, riferisce ancora il giornalista e tifoso della Juve.

E quindi adesso si starebbe pianificando la rappresaglia: far fuori appunto Nicchi, in modo da assestare contemporaneamente un colpo al potere juventino e scongiurare la monotonia del campionato”, tuona Chirico.

Vi confesso che del destino prossimo di Nicchi mi interessa zero. Che ci sia lui o un altro a capo dell’Aia mi è del tutto indifferente”.

Mi lascia da pensare, invece, questa continua ed incessante caccia all’untore con le sembianze juventine, in questo caso quelle del numero 1 dell’AIA, a capo di una cupola di arbitri che favoriscono la Juve (domanda: ma tutti sti favori ottenuti dalla Juventus, dove sarebbero?)”.

Tutto questo dopo un rigore contestato ma assegnato ai bianconeri post esame al Var, lo strumento voluto a tutti i costi da chi c’era prima di Commisso e altri proprio per impedire i favori alla Juve”.

Anziché ricominciare con la caccia alle streghe, non sarebbe più intelligente copiare il percorso di crescita attuato proprio dalla detestata Juventus dalla retrocessione in B ad oggi? Un percorso che ha prodotto 8 scudetti consecutivi ed un fatturato tra i primi club in Europa”.

“Copiare, anziché maledire. Altrimenti ha davvero ragione Ceccherini: chiedetevi perché tutti odiano la Juve, e non è solo perché vince”, conclude Marcello Chirico.