Juve lancia la sfida globale: Decima nei ricavi ma al top degli stipendi

0
272

La Gazzetta dello Sport tra le sue colonne analizza il trend di crescita vertiginoso della Juventus in questi ultimi anni.

Fatturato in crescita ma c’è ancora un gap notevole con il vertice (tra i 200 e i 400 milioni)”, scrive la Gazza.

Gli ingaggi invece, certifica la Gazzetta “sono praticamente al livello delle big, escluso il Barcellona”.

Nel piano di attacco al calcio internazionale il club affronta uno squilibrio gestionale e fa tanto ricorso alle plusvalenze, nella prospettiva di agganciare nuovi mercati e ricavi”.

Un dato è tuttavia incontrovertibile: La Juventus ha il decimo fatturato del Vecchio Continente ma è già nell’élite europea degli stipendi”, scrive la Gazza.

La redazione della Gazzetta dello Sport spiega: “Abbiamo messo a confronto la classifica dei ricavi con quella delle spese del personale, che misurano la “potenza di fuoco”: è tutto qui il senso della strategia aggressiva che ha intrapreso la Juventus, a partire dal colpo Ronaldo, per reggere la sfida globale e, allo stesso tempo, delle difficoltà che un club italiano, per quanto leader nazionale, si trova ad affrontare in quest’epoca calcistica, visti i ritardi accumulati dal nostro sistema”.

I numeri: I bianconeri, continuano a crescere sin dai 156 milioni di ricavi del 2010-11, sono arrivati la scorsa stagione a 460 milioni, al netto delle operazioni di calciomercato e dei proventi non monetari: entrati nella top ten di Deloitte, ma ancora con oltre 100 milioni di ritardo da Liverpool, Manchester City e Psg, a -200 milioni dal Bayern, a -250 dal Manchester United, a -300 dal Real Madrid e a quasi 400 milioni di distanza dal Barcellona primatista, a quota 841.