Damascelli: “Il successo della Juve non è figlio del rigore, ma di una supremazia certificata sul campo”

0
297

Il giornalista Tony Damascelli sulle colonne de Il Giornale ha anche commentato le recenti polemiche a seguito della sfida Juventus-Fiorentina, terminata con una vittoria 3-0 per i bianconeri.

A far discutere, in particolare le dichiarazioni del presidente dei viola Rocco Commisso, che ha rivolto parole di fuoco alla Juventus e alla direzione di gara.

Un estratto del commento di Damascelli:

Eruzione antijuventina e antisistema dell’ex tifoso della Juventus (voleva entrare nel club come azionista importante) Rocco Commisso che, vestiti i panni viola, al secondo rigore concesso a favore della capolista, esplode e tira fuori ambiguità, sottintesi, illazioni e insinuazioni che eccitano il resto della comitiva, tra stampa e addetti, quasi felice per l’improvviso ritorno dei favolosi anni di Calciopoli.

In verità il successo della Juventus non è figlio del rigore discusso e discutibile o, per Commisso e il resto del coro, disgustoso, ma di una supremazia certificata sul campo, e non fuori, come sostiene il presidente viola.

Nessuno aveva provato disgusto, finora, sui rigori concessi alle altre in corsa, concorrenti o no (il Lecce e l’Atalanta hanno avuto lo stesso numero di rigori a favore, 8) ma stavolta il piatto è ricco e ci si ficcano”.