Champions League: L’ombra di Amazon sui diritti TV

0
137

L’asta per i diritti tv del triennio 2021-2024 entrerà nel vivo tra febbraio e marzo.

Dunque è ancora aperta la partita per l’assegnazione dei diritti tv in Italia della Champions League.

Secondo quanto riferito da ItaliaOggi, Sky farà sicuramente un’offerta per aggiudicarsi il pacchetto ma non è disposta a fare follie per ottenerlo.

Come accaduto nel recente passato per Mediaset, anche Sky ha dimostrato di non considerare la massima competizione europea per club un asset decisivo per i propri bilanci.

D’altronde il colosso della pay-per-view ha già dimostrato di poter fare tranquillamente a meno della competizione europea, che non copre più in Germania e in Regno Unito.

Si prospetta un’asta cauta, al ribasso e senza follie.

Come riporta Italia Oggi, DAZN ha già in diritti per il territorio tedesco e potrebbe cercare di accaparrarsi anche quelli del Belpaese, con il benestare di Sky, che ha già diversi accordi per la visione dei canali DAZN sul suo boquet (e con cui condivide già i diritti della MotoGP).

Anche Amazon, sempre più interessata ad espandersi nel settore, potrebbe farsi avanti.

Inoltre l’Uefa, secondo quanto riportato sempre da ItaliaOggi, starebbe provando a coinvolgere nell’asta anche Disney, che dal prossimo 24 marzo debutta con la sua offerta Disney+ in Italia e in altri paesi europei.