CorSera su Sarri: “La conquista dei cervelli bianconeri ancora lontana, quella dei cuori nemmeno cominciata”

0
355

Il Corriere della Sera nella sua edizione odierna, analizza il momento vissuto dalla Juventus, dopo la bruciante sconfitta subita al San Paolo contro il Napoli:

C’è un problema di comunicazione in casa Juve. Tra Maurizio Sarri e la sua squadra. E tra lo stesso allenatore e il mondo esterno.

Il primo si riverbera sul campo, perché il deficit di motivazioni che – ancora una volta – denuncia l’allenatore è anche responsabilità sua, soprattutto quando c’è l’occasione di andare a sei punti di vantaggio con Inter e Lazio bloccate sul pareggio.

Il secondo problema comunicativo è ancora più evidente e nasce dalla spontaneità di Sarri, quasi ruspante. Apprezzabile a livello umano, ma fuori posto quando si siede sulla panchina di una squadra-azienda come la Juve.

Quanto alla mancanza di motivazioni, un problema che di tanto in tanto svuota il serbatoio bianconero anche dopo un ciclo di prestazioni piuttosto convincenti, il dubbio è che il problema possa avere radici profonde. Che toccano anche lo stesso Sarri.

Mentre infatti Gattuso in versione ‘one man show’ ammette che il suo obiettivo è entrare nel cuore dei giocatori, Sarri confessa tutte le sue difficoltà per accedere alla testa dei suoi.

E quando tira in ballo le motivazioni, forse lo fa anche per sorvolare su una certa difficoltà a inculcare le proprie idee di gioco, autorizzando a pensare che quanto di buono si è visto finora, possa essere in qualche modo ‘artificiale’, non spontaneo.

Il lavoro tattico e tecnico, quando la Juve gioca a pieno regime, si vede eccome.

Ma serate come quella di Napoli o come la Supercoppa contro la Lazio, autorizzano a pensare che la conquista dei cervelli bianconeri sia ancora lontana.

E, peggio ancora, che quella dei cuori non sia nemmeno cominciata“.