Repice: “A calcio si gioca per vincere le partite, il resto è fuffa. La Juve molto più avanti, le altre devono rassegnarsi ad inseguire”

0
139

Il giornalista e radiocronista Francesco Repice, nel corso di un’intervista a Napoli Magazine, ha espresso la sua opinione su Sarri e anche sulla corsa scudetto.

Le parole di Repice:

Sarri alla Juventus sicuramente vincerà qualcosa, con il Napoli ha attuato il ‘sarrismo’ ma non ha vinto nulla.

È un discorso divertente questo sul ‘sarrismo’. A calcio si gioca per vincere le partite, il resto è fuffa.

Io sono convinto che non esista ‘sarrismo’, ‘allegrismo’ o cose del genere. Non esiste nulla di tutto questo, esistono dei giocatori forti che ti fanno vincere le partite.

Sono stato per molti anni uno zemaniano ferreo, fino a quando non ho capito che con Zeman ti potevi divertire ma non vincere le partite.

Ti divertivi ma non vincevi i campionati, non vincevi i titoli.

Il resto sono chiacchiere alle quali ho smesso di appassionarmi, avendo avuto rapporti con tantissimi allenatori.

Si gioca a calcio per vincere le partite: quando hai giocatori forti vinci le partite, quando non li hai fai spettacolo.

Lo spettacolo è bello, come una rappresentazione, ma alla fine non vinci nulla.

Per lo scudetto la Juventus è molto più avanti, ne sono convinto, anche nel progettare le prossime stagioni.

La Juventus ha preso già il giocatore, che gioca nel nostro campionato, più interessante che ci sia, Zaniolo a parte. E l’ha già comprato, è già suo.

Quindi l’anno prossimo riparte da quelli che ha, più Kulusevski, più quelli che comprerà nella campagna trasferimenti estiva. È già un pezzo avanti.

Le altre, per il momento, devono rassegnarsi ad inseguire.

Ci vorranno almeno un altro paio di anni, perché l’Inter e le romane possano insidiare la leadership della Juve.”.