De Ligt: “Se fossi stato un tifoso e avessi visto i miei errori, mi sarei arrabbiato anch’io”

0
590

Il giovane difensore della Juventus, Matthijs de Ligt, nel corso di un’intervista a TuttoSport, ha commentato la sua stagione in bianconero.

Le parole del giovane talento olandese:

“L’impatto con lo Stadium e i suoi tifosi è stato meraviglioso.

I tifosi sono molto importanti per noi, il loro supporto è utile perché ci dà grande fiducia. Sanno apprezzare chi gioca bene ed è bello sentire i loro cori, il loro sostegno“.

De Ligt ha poi commentato il lavoro in campo con i suoi compagni bianconeri:

“È molto bello allenarsi con loro. Hanno grandissima esperienza, ti possono insegnare tanto e io sono qui per imparare.

Con Chiellini ho parlato, a volte sono un po’ impulsivo e lui mi ha fatto subito capire che spesso è meglio giocare con la testa. Anche da Bonucci sto imparando tanto. È un onore per me.

Tutti i compagni di squadra mi possono insegnare molto: è un gruppo davvero stupendo. E so che tutti sono disposti ad aiutarmi”.

Il giovane difensore ha poi espresso parole di grande stima nei confronti della stella portoghese Cristiano Ronaldo:

“È un giocatore incredibile. Ricordo che fino a un paio di mesi fa era stato fortemente criticato, ma lui è stato capace di zittire tutti.

Riprendersi da ​un momento non così buono e dimostrare ora di essere assolutamente sul pezzo è qualcosa di portentoso“.

In merito ad alcuni suoi errori nel corso del campionato, de Ligt ha commentato:

“Se fossi stato un tifoso e avessi visto i miei errori, sarei stato arrabbiato anch’io, è normale.

Ma questa non è una cosa di cui ti devi curare da giocatore. L’unica cosa che conta è migliorare e vedere quanti progressi fai, io mi sento meglio di partita in partita.

Rispetto a sei mesi fa, credo di essere cresciuto molto.

Non è tanto importante quello che sei adesso, ma quello che puoi essere in futuro e quanto puoi crescere alla tua età”.

De Ligt ha poi concluso:

“La nostra classifica è molto buona. Continuiamo così, è fondamentale provare a vincerle tutte“.