Antonio Conte, il passo indietro: “Siamo una squadra normale”

0
351

Antonio Conte, tecnico dell’Inter, è intervenuto ai microfoni di Sky per commentare l’amaro pareggio con il Lecce.

“Il risultato nasce dal fatto che noi siamo una squadra che deve andare sempre a 200 all’ora e non ci possiamo permettere calciatori sotto tono. Vedendo le statistiche avremmo dovuto portarla a casa e fare tre punti”.

Come mai oggi la squadra non è salita di livello? Può capitare, noi non siamo una squadra che a velocità media riesce a portare a casa vittorie, dobbiamo andare al massimo, lo abbiamo fatto per tutto il girone d’andata e in tutte le partite che abbiamo disputato”.

Quando non alziamo i giri siamo una squadra normale. Oggi il Lecce ha cambiato sistema di gioco, si sono messi 5-3-2 a chiudere gli spazi e quando trovi squadre così basse diventa difficile trovare soluzioni”.

“Ci siamo riusciti ma siamo stati imprecisi in chiave realizzativa. Quando si confrontano due sistemi di gioco all’apparenza simili non è mai semplice, dovevamo essere più cattivi”.

Come si migliora questa rosa? Noi non possiamo permetterci di avere più di qualche giocatore sotto tono altrimenti non porti a casa la partita”.

Nella prima parte del campionato siamo stati bravi a tenere il motore al massimo dei giri, ma se andiamo a velocità di crociera non abbiamo la qualità per portarla a casa”.

Il mese del mercato è molto difficile per noi allenatori, non è facile gestire queste situazioni, sono contento di questi giocatori, poi c’è la società che sta facendo delle valutazioni”.

Non voglio entrare in discorsi di mercato perché quando l’ho fatto le mie parole sono state strumentalizzate. Deve decidere la società come fare mercato, io tiro fuori il meglio dai miei ragazzi”, conclude il tecnico nerazzurro.

Fonte: Calciomercato.com