Juve, tirata fuori la storiella del fair play finanziario

0
3505

Sull’emittente radiofonica di matrice francese Rmc Sport, si è parlato di fair play finanziario.

Ebbene secondo quanto riferito in studio, la società KPMG che monitora i club dei principali 8 campionati europei avrebbe messo in evidenza come la Juventus a causa dell’indebitamento evidenziato nell’ultimo bilancio approvato – che ha portato un rosso di 40mln di euro, in peggioramento rispetto all’anno precedente – avrebbe violato i parametri fair play finanziario nella parte riguardante l’indice ingaggi-ricavi.

Tale indice impone che tale parametro non vada oltre il 70%.

Anche Maurizio Pistocchi ha dato rilievo a questa news scrivendo su Twitter: “Secondo KMPG … il bilancio Juve non rispetta il Fair Play UEFA”.

Il club sarebbe oltre questa soglia (unica big in questa situazione).

Si precisa che per il momento nessuna indagine è stata aperta dalla Uefa.

Sul portale web di Juventibus.com tuttavia si precisa meglio il concetto che di fatto sgonfia il clamore che si sta dando alla notizia.

A bene vedere, il Report di KPMG Football Benchmark “The European Champions Report 2020” (che non è affatto il rapporto del revisore della Juve, che è Reconta Ernst Young) non dice nulla di tutto questo”. 

“Analizza infatti i dati degli 8 Club campioni nazionali nelle loro leghe, e tra essi ovviamente la Juventus; l’unico riferimento che si fa è ad uno dei parametri (Staff Costs/Operating Income) che secondo le elaborazioni KPMG sarebbe sopra il 70%, ed in particolare al 71%; il Barcellona ha il 69%, mentre le altre squadre hanno incidenza di ingaggi sul fatturato inferiori.

Il report poi descrive in maniera fedele le cifre del bilancio al 30/6/2019 che conosciamo bene: l’incremento dei ricavi c’è stato, ma non ha potuto compensare l’incremento dei costi, con un bilancio che si è chiuso in perdita”, si legge su Juventibus.

Pare un po’ poco per gridare al non rispetto del FPF, che come noto riguarda molti parametri e non solo uno e ovviamente dovrà essere eventualmente sancito da UEFA e non dal Report di una rispettabile Società di revisione; la quale, per la verità, non ne fa minimamente cenno”.

Fonte: Juventibus.com