spot_img
spot_img
domenica, Giugno 16, 2024

Mercato Juve: Uno tra Bernardeschi, Douglas Costa e Ramsey rischia il taglio a giugno. Anche Rabiot vacilla

spot_imgspot_img

Il Corriere di Torino, da sempre vicino alle vicende della squadra bianconera, traccia un primo bilancio della stagione della Juventus proiettato al mercato di giugno.

La concorrenza del nuovo che avanza si fa già sentire tra i bianconeri che stanno faticando di più a imporsi sulla trequarti o nel ruolo di ala destra”, esordisce il Corriere di Torino.

Almeno uno tra Federico Bernardeschi, Aaron Ramsey e Douglas Costa rischia il taglio a giugno, per questioni legate al profitto del giocatore e al sovraffollamento del reparto”.

Bernardeschi è stato di fatto sfrattato da Paulo Dybala da quel ruolo di trequartista che l’ex viola non ha (quasi) mai saputo interpretare: troppe scelte sbagliate e poche giocate decisive, come dimostrano gli zero gol e assist in campionato”.

Bernardeschi, impiegato per soli 15 minuti nelle ultime tre uscite del 2019, ha cinque mesi in bianconero e un Europeo in azzurro per giocarsi le sue speranze di restare a Torino”.

Magari cercando di recuperare spazio (e intanto valore) in quel ruolo di mezzala destra già sperimentato con Max Allegri: assente il lungodegente Sami Khedira ancora per un paio di mesi, nelle prossime tre giornate (contro Cagliari, Roma e Parma) mancherà anche lo squalificato Bentancur”.

Il valore di carico residuo a bilancio di Bernardeschi, monitorato anche dal Barcellona, è di circa la metà dei 40 milioni spesi da Madama per prelevarlo nell’estate 2017″.

Da valutare anche il futuro di Ramsey, che ha sin qui reso al di sotto delle aspettative per via dei soliti problemi fisici. Sul suo personalissimo cartellino 509 minuti complessivi, 2 gol e zero assist”.

E ancora: “Troppo poco per chi, al pari di Rabiot, era arrivato (tra varie perplessità sulla sua condizione fisica) con il compito di aggiungere qualità”.

I due stranieri sono stati ingaggiati a parametro zero (1,4 milioni di oneri per il francese, 3,6 per il gallese), ma pesano molto a livello di ingaggio: 7 milioni annui a testa”.

“Ha invece uno stipendio di 6 milioni e un valore residuo intorno ai 30 Douglas Costa, altro elemento in bilico”, secondo il quotidiano.

Sarri lo aveva subito indicato come uno dei suoi top player, ma per colpa di due infortuni muscolari lo ha impiegato appena tre volte dal primo minuto”, scrive il Corriere.

“La rincorsa del brasiliano al posto fisso o quasi è cominciata ieri, quando ha rinunciato al giorno libero concesso alla squadra per presentarsi alla Continassa. Douglas Costa piace a diversi club della Premier, ma la sua missione è quella di riconquistare la Signora”.

C’è un competitor in più per ottenere una parte nel cast della Juve che verrà. E la sfida, per ora a distanza, è già cominciata”, con riferimento evidentemente all’Inter.

- Advertisement -