Pistocchi scatena le polemiche su Mandzukic

0
370

Il bellissimo messaggio di addio su Instagram di Mario Mandzukic alla Juventus dopo aver firmato per il club qatariota dell’Al Duhail fa discutere.

A dare il via alle polemiche è stato Maurizio Pistocchi che non si è fatto sfuggire l’occasione.

Il giornalista fa notare che il croato ha ringraziato il suo ex club ma non ha citato tutti.

Il bomber ha scritto: “Un grande ringraziamento a Mr Allegri e a Mr Marotta per avermi voluto a Torino”.

E ancora, oltre a ringraziare i tifosi, Mario Mandzukic ha scritto: “E’ stato un privilegio giocare per la Juventus e gli ultimi mesi non cambieranno il rispetto e l’amore che provo per il club“.

Ma su twitter il giornalista scrive:

“Nella lettera su Instagram con la quale Mandzukic saluta la Juve e i suoi tifosi il croato, che alla causa bianconera ha dato tanto, ringrazia Allegri e Marotta e trascura- volutamente ?-Agnelli e Paratici”.

A questo punto tifosi bianconeri si dividono:

SportVirgilo sul proprio portale web riporta una carrellata di commenti e reazioni dei tifosi bianconeri:

“Possiamo dire che dopo un anno di gestione, Paratici non si sia dimostrato all’altezza? Io lo trovo gravemente insufficiente”;

Oppure: “Il fatto che ringrazi Allegri non depone a suo favore”.

C’è anche chi scrive: “Paratici, Nedved e Agnelli. Io dico che Agnelli lasciando andare via Marotta abbia commesso uno dei più grandi errori della sua gestione”.

Altro commento: “Una cosa è certa, il nuovo corso Paratici ha portato una nuova guida tecnica, un nuovo progetto, siamo agli inizi. Dobbiamo ricordare che il primo anno di Marotta fu uno dei due settimi posti di fila nell’epoca pre Conte?”.

Virgilio prosegue nella pubblicazioni di commenti come questo:

“Ha ringraziato le uniche due persone che non sono più alla Juve. È normale che, essendo stato messo da parte abbia il dente un po’ avvelenato. Non ci vedo niente di trascendentale….. Encomiabile per impegno e dedizione”.

Qualcuno invece prende nettamente le difese di Super Mario: “Se n’è andato senza polemiche, neanche contro Sarri che l’ha lasciato fuori rosa. Secondo me Sarri ha sbagliato a credere che non fosse utile alla sua causa, ma come tutti gli allenatori fondamentalisti anche lui probabilmente non è in grado di gestire tutti i campioni”.