Pavan: “La finale che fa girare le scatole e quei milioni in panchina…”

0
66

Ore di grande delusione per il mondo bianconero, a seguito della bruciante sconfitta della Juventus contro la Lazio, che ha permesso ai biancocelesti di portare a casa la Supercoppa Italiana.

Il giornalista Massimo Pavan, su tuttojuve.com ha così analizzato la sconfitta dei bianconeri:

“È una finale che fa girare le scatole e rende meno piacevole il Natale bianconero.

Una sfida del genere al 22 di dicembre sicuramente incide anche se il lavoro svolto fino ad ora è stato buono ed a Maurizio Sarri si può rimproverare ben poco, anzi una cosa sola: aver tappato i due secondi tempi delle partite contro la Lazio in modo simile.

Il tecnico bianconero ha cambiato alcune cose nella formazione di ieri, ma nonostante questo ci sono stati degli errori simili a quelli visti in campionato.

Non ha segnato Felipe Luis di testa ma nel secondo gol ci sono dei movimenti, molto simili sulle smarcature, delle leggerezze che non sono tollerabili a questi livelli.

La difesa prende troppi gol, preoccupa questo fattore, semplicemente perché gli scudetti si vincono in difesa ed oggi come oggi la Juventus è dietro all’Inter come rendimento della fase arretrata e nonostante Conte la pensi diversamente, se non si migliora questo fondamentale non si potrà arrivare.

Infine, un ragionamento su Matthijs de Ligt che forse vive un momento negativo di forma, ma se tu non schieri il tuo acquisto estivo più caro, alla fine prendendo tre reti, vuol dire che è mancato qualcosa.

Forse l’olandese poteva dare quel qualcosa in più, detto questo Demiral era in condizione e forse ha fatto la scelta giusta, ciò nonostante se si sono spesi 80 milioni di euro per de Ligt, bisogna salvaguardare l’investimento estivo.

La gara di Riad, testimonia forse la necessità di migliorare in questo fondamentale e di non prendere più gol. Iniziare dalle basi, semplice, per costruire una Juve migliore“.