Il Prof. Gaudino spiega il volo di Ronaldo

0
310

Il Prof.Claudio Gaudino, vero e proprio guru della preparazione atletica e oltre che preparatore atletico di basket e calcio, protagonista nella Juve, nell’Inter e nella Nazionale campione del mondo 2006, ha rilasciato una lunga intervista a La Stampa per parlare della strepitosa forma fisica di Cristiano Ronaldo.

Ecco un estratto dell’intervista rilasciata dal professore al quotidiano torinese:

Professor Gaudino, che ne dice dell’exploit di Ronaldo?
Magnifica espressione di un atleta di grandissima qualità”.

Come è possibile raggiungere certe performance?
Ci sono tanti fattori, prima di tutto quelli genetici”.

Quali le doti che hanno permesso a CR7 un simile balzo?
Soprattutto la capacità di esprimere rapidamente la forza che consiste nell’accelerazione prodotta allo stacco, legata a più componenti”.

Per esempio?
Naturalmente il rapporto forza/peso, cioè la forza relativa, poi la cosiddetta “forza esplosiva”, che è la forza che si riesce a esprimere ma nel minor tempo possibile. Quindi la “forza esplosiva-elastica”, la capacità di sovrastirare rapidamente i muscoli impegnati nella successiva azione concentrica”.

Non sembra così semplice…
“E non lo è, perché bisogna utilizzare al meglio e sinergicamente tutti i muscoli antigravitazionali di polpaccio, coscia e gluteo.

Ronaldo ha una “forza esplosiva-elastica” nettamente superiore alla media dei migliori giocatori”.

E sembra anche avere il fisico ideale: è così?
È 185 cm, ha il baricentro alto, molto diverso per esempio da Maradona che anche in proporzione all’altezza aveva il baricentro più basso e altre caratteristiche. Cristiano ha un fisico perfetto, ma non basta”.

Non basta?
Servono anche coordinazione e tempismo, cioè saper produrre al momento opportuno una determinata sequenza di azioni muscolari alla velocità desiderata. Senza il tempismo anche la forza esplosivo-elastica diventa meno efficace”.

Come si può spiegare fisiologicamente quel volo?
Semplificando molto, nei muscoli ci sono fibre bianche, che danno la forza elastica, e fibre rosse, per le attività aerobiche e di fondo. Credo che Ronaldo abbia molte fibre bianche”.

Si può costruire in allenamento un gesto atletico simile?
Se si fa sport fin da ragazzi, si acquistano coordinazione e forza elastica che più avanti, con le doti congenite, aiutano ad affrontare allenamenti più performanti. È bene anche variare gli sport: Platini era molto coordinato perché aveva giocato anche a basket”.