Antonio Conte: “Sarebbe fantastico chiudere l’anno primi con la Juve”

0
273

Conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Inter – Genoa.

Ecco uno dei passaggi più significativi della conferenza stampa, dove viene chiesto all’allenatore nerazzurro se l’Inter oggi pensa allo scudetto?

“Fin da inizio anno il nostro obiettivo è sempre stato quello di diventare una squadra credibile, con gli avversari che sanno che sarà una partita dura contro di noi”, ha detto Antonio Conte senza esagerare.

“Abbiamo iniziato un percorso e ci stiamo lavorando. Sappiamo benissimo che durante il percorso si possono trovare buche, zone sterrate, salite che ti possono stoppare”,ha proseguito il mister.

Dobbiamo essere bravi ad andare avanti al di là delle difficoltà. Servirà pazienza, io per primo: dobbiamo costruire, a volte anche se vinci stai distruggendo, a volte la vittoria inganna e sai che sotto sotto stai distruggendo”.

Noi dobbiamo porre delle basi solide, durature, che possono diventare importanti nel tempo. In 5 mesi abbiamo lavorato tanto, dando tanto e spendendo tanto”.

Ma Antonio Conte dice anche: “Siamo in emergenza, la coperta è corta e stiamo raccogliendo meno di quanto meriteremmo”.

Io non ho mai trovato situazioni apparecchiate, la mia storia lo racconta. Stiamo facendo un grande lavoro, sarà importante lasciare una traccia, come ho già detto. Cultura del lavoro, professionalità: dovremo lasciare questo, quando si stancheranno di noi…”.

Abbiamo sempre detto che sarebbe stato importante arrivare a Natale quanto più in alto possibile – racconta Antonio Conte -, in 5 mesi abbiamo attraversato tante difficoltà ma le stiamo affrontando nella maniera giusta e il fatto che siano emersi questi problemi ha responsabilizzato molto tanti calciatori, che hanno capito che bisognava alzare i giri del motore e dare di più”.

Sono felice di questi primi mesi all’Inter, c’è gioia anche se ogni tanto ci sono delle cose che provano a farmela passare questa gioia”.