Fabrizio Ravanelli sul tridente Juve: “Io, Vialli e Del Piero pressavamo pure le bandierine”

0
171

L’ex bianconero Fabrizio Ravanelli, in un’intervista rilasciata a la Gazzetta dello Sport, ha commentato la tanto attesa scelta del tecnico della Juventus Maurizio Sarri, di schierare il tridente Dybala-Ronaldo-Higuain in occasione della sfida di Champions League contro il Bayer Leverkusen.

Le parole di Ravanelli:

“Io mi fiderei ciecamente di Sarri, che ha dimostrato fino a questo momento di aver fatto scelte sensate.

Se quei tre li ha fatti giocare assieme significa che possono convivere, ma è altrettanto vero che se li ha schierati a sprazzi un motivo ci sarà.

Per far sì che il centrocampo non vada in sofferenza i tre davanti dovrebbero anche pressare, e non mi sembra questo il caso, almeno per il momento.

Certo, magari con il tempo Sarri riuscirà a trovare il giusto bilanciamento anche con loro tre assieme, mentre per ora dobbiamo accontentarci di vederli a sprazzi.

Io e Vialli, ma anche Del Piero, pressavamo pure le bandierine: ogni tridente fa storia a sé.

I bianconeri hanno fatto belle partite sia con il 4-3-3 sia con il 4-3-1-2.

L’infortunio di Douglas Costa ha cambiato le carte in tavola e ha costretto Sarri a virare sul trequartista. Il brasiliano è un giocatore straordinario, crea superiorità, salta l’uomo e ha una classe infinita. Nessuno ha in rosa uno così.

A Nyon lascerei senza dubbio agli altri il Real Madrid e non mi fiderei neanche del Chelsea, una squadra giovane ma che corre molto. Mi piacerebbe pescare il Borussia Dortmund, anche per vendicare l’eliminazione dell’Inter“.