Sarri in conferenza: “Cristiano, risorsa immensa per noi e spero che de Ligt vinca il Pallone d’oro giovani”

0
112

Dopo la vittoria contro l’Atletico Madrid in Champions, la Juventus in campionato affronta in casa il Sassuolo nell’anticipo domenicale delle 12.30.

Sarri in conferenza stampa riferisce circa le condizioni di Alex Sandro e Bernardeschi?

Alex Sandro ieri ha fatto tutto con la squadra, quindi dal punto di vista medico sta bene. C’è da capire se la condizione fisica ne ha risentito o meno, però è a disposizione”.

Bernardeschi sta bene, in questo momento è molto utile alla squadra perché ci garantisce tanto dal punto di vista difensivo. Gli viene chiesto di crescere dal punto di vista offensivo”.

A che punto sta Cristiano Ronaldo?

Cristiano è una risorsa immensa per noi. Nell’ultima partita ha fatto bene dal punto di vista della resistenza, ha corso tanto e ci ha dato una mano difensivamente”.

“Probabilmente deve crescere sotto il punto di vista della brillantezza. L’alternanza davanti è normale, abbiamo tre giocatori di livello mondiale e stanno facendo molto bene. Ieri CR7 ha fatto un buon allenamento”

Cristiano ha l’ossessione di trovare il gol?
Questi giocatori abituati a segnare hanno sempre l’ansia del gol. Per loro è normale segnare, si meravigliano quando passano due partite senza riuscirci. Vale per lui e anche per gli altri attaccanti. È un bene che ce l’abbiano, questo dà motivazioni”

C’è la possibilità che Ronaldo resti fuori per una ragione tecnica e non solo di turnover o fisica? Teme che gli altri attaccanti restino delusi nel restare fuori?

“La situazione è chiara fin dall’inizio ed è stata descritta ai giocatori. È chiaro che Ronaldo è un qualcosa di diverso, i giocatori non sono tutti uguali. Questi ragazzi hanno dimostrato di saper accettare la situazione e fare bene. Non vedo un problema da questo punto di vista”

Pallone d’oro: Ronaldo meritava più rispetto? Dybala potrà vincerlo un giorno?

“Non so chi lo vincerà, ma io spero che lo vinca Ronaldo. Se così non sarà, mi dispiace perché è un giocatore che sarà sempre in lizza per il Pallone d’Oro. Spero che De Ligt possa vincerlo per la categoria giovani e spero che Dybala un giorno entrerà in lizza per vincerlo. I premi individuali, comunque, mi interessano poco”

De Ligt sta crescendo esponenzialmente da un mese, curiosamente da quando è arrivato Barzagli nello staff. È una coincidenza?

“È chiaro che Barzagli è una risorsa, perché può insegnare tantissimo dal punto di vista tattico individuale, oltre che collettivo. I nostri difensori non possono lavorare tanto sul campo, ma se si fermano a guardare un filmato per 15 minuti con Barzagli possono venire cose interessanti. Che De Ligt aveva qualità immense era abbastanza evidente”