Clamoroso Ferrari! John Elkann contatta Hamilton, il CR7 della F1

0
221

Lewis Hamilton e la Ferrari si fanno la corte. A rivelarlo poco fa, è stato il Corriere della Sera.

Il contratto dell’inglese con la Mercedes scade nel 2020 e Mattia Binotto non chiude la porta.

E poi c’e la grande sfida del RE: Conquistare il Mondiale con la Ferrari. L’unico traguardo che renderebbe ancora più grande la carriera del sei volte iridato.

Un’ indizio lo aveva dato Toto Wolff. Alla domanda di un giornalista inglese («Le piacerebbe prendere Lewis se fosse libero nel 2021?») risponde senza girarci intorno:

È un pilota fantastico, straordinario. Sapere che potrebbe essere sul mercato nel 2021 è una cosa che può farci solo piacere. Anche se è ancora presto per prendere decisioni”.

Ma c’è di più, e a rivelare i dettagli è la Gazzetta dello Sport che racconta di «un corteggiamento che dura da anni. Addirittura dai tempi di Luca di Montezemolo e Stefano Domenicali».

«L’interesse per il fuoriclasse inglese è stato costante e ancora oggi è molto forte. Secondo quanto risulta alla Gazzetta, ci sarebbero stati due incontri fra il presidente John Elkann e lo stesso Hamilton durante il 2019».

«Probabilmente per parlare (anche) di F.1 e delle intenzioni reciproche. A quanto pare Elkann, numero uno di Ferrari e FCA, è un grande estimatore di Hamilton».

«Che cosa succederebbe se Lewis non trovasse un accordo con la Mercedes e si offrisse alla Ferrari per chiudere la carriera in rosso? Beh, è difficile pensare che da Torino o Maranello arriverebbe un “no”».

«Parliamo del Cristiano Ronaldo della F.1, un pilota che ha fatto la differenza nel 2017 e 2018, quando la Ferrari di Sebastian Vettel rappresentava una vera minaccia».

«L’unico dubbio potrebbe riguardare la difficoltà di gestire una rockstar come Hamilton, personaggio estroso e indipendente, facendolo rientrare nei “canoni” di un marchio con la tradizione del Cavallino. Ma Lewis ha una profonda ammirazione per la storia della Ferrari, è affascinato dai racconti sul grande Enzo (oltre ad avere acquistato varie auto) e in segreto è andato a visitare alcune volte la fabbrica di Maranello, pranzando con Piero Ferrari», racconta la Gazza.

Insomma, il corteggiamento è stato reciproco. È difficile che la Ferrari continui oltre il 2020 con la coppia Vettel-Leclerc, dopo gli scontri di quest’anno.

Leclerc è la certezza e l’idea di formare una supercoppia con il fuoriclasse inglese e il giovane monegasco farebbe impazzire milioni di tifosi.