Rampulla sprona i bianconeri: “È arrivato il momento di riportare a casa quel trofeo”

0
95

L’ex portiere della Juventus, Michelangelo Rampulla, intervistato da tuttojuve.com, ha commentato la situazione attuale dei bianconeri.

Le parole di Rampulla sulla sfida di Champions League contro l’Atletico, vinta dai bianconeri 1-0:

“Non è stata una bella partita, ma l’importante era blindare il primo posto nel girone.

E poi il bel gioco, per me, non esiste: è fine a sé stesso perché le persone si ricordano più le vittorie che le prestazioni.

La bella giocata è quella che ha fatto Dybala contro l’Atletico, o quelle di Roberto Baggio, Alessandro Del Piero o il grande pressing della squadra di Lippi, che costringeva le squadre avversarie a buttar fuori la palla”.

L’ex portiere bianconero ha poi proseguito commentando il paragone tra la Juve di Allegri e quella attuale di Sarri:

“Che cosa significa il bel gioco? Fare mille passaggi a partita attraverso il tiki-taka? Quello non credo lo sia, è anche un po’ noioso da vedere.

Infatti non capivo le critiche fatte ad Allegri negli anni passati, io non vedo grosse differenze con lo scorso anno, piuttosto vedo una Juventus sempre vincente“.

Per quanto riguarda il percorso in Champions League dei bianconeri, Rampulla ha commentato:

“In Champions tutte le squadre sono forti, agli ottavi non ci sono squadre scarse.

Sì, le avversarie sono da tenere nella giusta considerazione, ma quest’anno la Juventus ha un gran potenziale e questo è ben risaputo in Europa.

È arrivato anche il momento di riportare a casa questo trofeo, ha aggiunto con un sorriso l’ex portiere bianconero.

Rampulla ha poi commentato le prestazioni del giovane talento olandese de Ligt, che nell’ultima partita ha messo a tacere le critiche, mostrando il suo grande talento:

“Non ho mai dato molta importanza a quel che si diceva inizialmente, soprattutto perché un ragazzo così giovane veniva criticato ad ogni minimo errore.

Se non sei forte mentalmente puoi lasciarti andare, ma de Ligt è forte anche sotto questo aspetto.

Pian piano si è adattato ad un calcio totalmente differente, sta dimostrando tutto il suo valore e per me sarà il futuro di questa squadra“.