La Juventus traina l’economia di Torino: Indotto di 1 milione di euro a gara

0
3821

La Juventus, traina una fetta importantissima dell’economia di Torino.

Stamane Tuttosport dedica un articolo a questo particolare aspetto economico-sociale che lega indissolubilmente la società presieduta da Andrea Agnelli con la città amministrata da Chiara Appendino.

Proprio qualche giorno fa il presidente bianconero ha ricevuto il riconoscimento di “Torinese dell’anno” assegnato dalla Camera di commercio della città con queste motivazione:

«Per la sua visione e la sua capacità imprenditoriale, che gli hanno permesso di sviluppare la Juventus, portandola ad essere una delle prime squadre di calcio al mondo e trasformandola dall’essere una società sportiva tradizionale ad un colosso anche commerciale, con un marchio sapientemente valorizzato, con un Museo in grado di creare un’esperienza emotiva unica e facendola diventare a tutti gli effetti uno dei principali motori dell’economia turistica della nostra Città».

Ebbene, scrive Tuttosport: “Chiamatelo effetto CR7, o più semplicemente frutto del modello di sviluppo internazionale del club di Andrea Agnelli, dallo Stadium al nuovo marchio, ma le partite della Juventus spostano in modo molto significativo il fatturato della città”.

La Juventus dunque “è un affare per tutti”, certifica Tuttosport, supportando questa affermazione con dati incontrovertibili:

Introiti importanti si riscontrano “non soltanto per il club che stacca i biglietti, ma anche per albergatori, ristoratori, taxisti e in genere per chi offre servizi a tifosi e appassionati che vengono in città per assistere a una gara o anche solamente per visitare stadio e museo, sostando poi davanti alla Continassa nella speranza di un selfie con qualcuno degli idoli bianconeri”.

Molti dei 42mila spettatori dello Stadium – scrive Tuttosport – arrivano a Torino e intorno alla partita spesso costruiscono un weekend o una due giorni di turismo in città. E tutto questo ha una ricaduta significativa facendo crescere il pil della città.

Lo spiega Giancarlo Banchieri, presidente della Confesercenti di Torino che dice «A Torino e nell’area metropolitana ci sono 10867 camere, 20951 posti letto: la media annuale è del 60% di occupazione, con picchi il martedì, il mercoledì e il sabato, ma in occasione delle partite di cartello si arriva al 90-95% di occupazione» .

Calcolando che il 30% in più equivale a 3300 camere occupate, si può stimare un guadagno di 500 mila euro in un giorno sul solo sistema alberghiero.

«L’arrivo di Cristiano Ronaldo ha avuto un ulteriore effetto moltiplicatore perché il flusso di tifosi e turisti non si registra soltanto in occasione della partita, ma pure per seguire l’allenamento o per visitare il Museo» analizza ancora Banchieri, lui stesso albergatore a Cambiano, paese nei pressi del capoluogo di provincia piemontese.

Da non trascurare l’altro aspetto importante: Il club bianconero dà lavoro a oltre ottocento persone.

Tirando le somme si parla di un’indotto generato per Torino di circa un milione di euro a gara.